Tragedia in Usa, bambina trova pistola e si spara alla testa: morta a soli 3 anni

Tragedia in Usa, bambina trova pistola e si spara alla testa morta a soli 3 anniSta lasciando senza parole moltissime persone l’assurda tragedia che ha avuto luogo nello specifico negli Stati Uniti ed esattamente a Lemoore, nel sud della California, a causa della quale una bambina di soli 3 anni ha perso la vita.

L’ennesima tragedia provocata da un’arma da fuoco lasciata incustodita e trovata dalla piccola che, senza capire realmente cosa avesse tra le mani e cosa sarebbe potuto accadere, ha sparato un colpo contro se stessa ed è morta. Secondo le prime indiscrezioni trapelate sul caso, la bambina si trovava insieme ai genitori in visita presso l’abitazione di alcuni amici, come precedentemente anticipato nel sud della California ovvero a Lemoore, quando si sarebbe allontanata dai suoi genitori recandosi prima nel bagno dell’appartamento e successivamente in un’altra stanza dove ha trovato l’arma, incustodita e carica, l’ha impugnata e ha esploso un colpo alla sua testa.

In una stanza vicina si trovavano la mamma della bambina insieme al fratellino e un’amica della donna i quali, avendo sentito il tonfo non hanno pensato che potesse trattarsi del rumore di uno sparo ma, al contrario, hanno immaginato che la bambina di soli tre anni, da sola nella camera da letto, potesse essere caduta dal letto. Purtroppo però, una volta arrivati nella stanza hanno dovuto fare i conti con la triste realtà, una tragedia immensa che ha colpito la famiglia e che ha messo fine alla vita di una bambina di soli 3 anni. Subito dopo essersi resi conto di quello che era accaduto ecco che i familiari della piccola e i loro amici hanno immediatamente lanciato l’allarme e poco dopo, sul luogo della tragedia, sono arrivati gli agenti di polizia e l’ambulanza che a sua volta ha immediatamente trasportato la piccola in ospedale. Ma proprio all’arrivo in ospedale la bambina è stata dichiarata morta. Sulla delicatissima vicenda si è espresso Matthew Smith, del Dipartimento di polizia di Lemoore il quale ha specificato che si è trattato di un bruttissimo incidente dovuto alla negligenza, specificando “La tragedia si sarebbe potuta evitare semplicemente se questa persona avesse messo in sicurezza l’arma”.

E proprio l’arma ‘incriminata’, con la quale la piccola ha aperto il fuoco contro se stessa, è risultata essere registrata a nome di un amico di una delle due proprietarie di casa, una persona che al momento della tragedia non si trovava sul posto. Al momento sono in corso le indagini da parte della Polizia che sta appunto indagando sia sulla detenzione negligente di un’arma da fuoco che sulle eventuali responsabilità legate alla morte della piccola e, al momento, non sono stati effettuati arresti o esposte denunce ma, secondo quanto trapelato dalle prime indiscrezioni, proprio uno degli inquilini della casa in cui ha avuto luogo la tragedia e colui al quale l’arma risulta essere registrata, potrebbero essere incriminati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.