Nonna 56enne dona il rene al nipote e gli salva la vita

Soffriva sin da bambino di una malattia renale congenita e da oltre un anno era sottoposto a dialisi. Ma grazie a un grande gesto d’amore da parte della nonnamaterna di 56 anni, che ha donato un rene, un ragazzo di 15 anni ha potuto cominciare una nuova vita. Il trapianto, effettuato pressol’ospedale LeMolinette di Torino, è tecnicamente riuscito. Nipote e nonna sono originari della provincia di Catania. Prima dell’operazione, il 15enne era seguito dall’ equipe pediatrica dell’ ospedale infantile Regina Margherita di Torino. L’intervento di prelievo del rene dalla nonna donatrice è stato eseguito inlaparoscopia dagli orologi Paolo Gontero e GiovanniPasquale dell’equipe del professor Bruno Frea.

Dopo il caso di un bambino di tre anni salvato grazie al rene della mamma ecco che adesso un nuovo caso di trapianti di rene riguarda un giovane di appena quindici anni al quale sin da bambino era stata diagnosticata una malattia renale congenita e da oltre un anno era sottoposto a dialisi ma adesso potrà tornare a sorridere.

Il ragazzo infatti potrà cominciare una nuova vita grazie alla nonna che, senza pensarci due volte, si è sottoposta a tutti gli esami utili e al successivo intervento per aiutare il nipote donandogli il suo rene. Originari della provincia di Catania, in Sicilia, il trapianto in questione che vede protagonisti una donna di 56 anni e un ragazzo di 15 anni, è stato effettuato presso l’ospedale Le Molinette di Torino e secondo quanto trapelato dalle prime indiscrezioni sembrerebbe essere perfettamente riuscito e adesso sia la nonna che il nipote si trovano ricoverati presso il reparto di nefrologia dell’Ospedale Le Molinette di Torino. E proprio la nonna materna del ragazzino, nel corso di una recente intervista rilasciata all’Ansa ha nello specifico affermato: “Sono contenta, è andato tutto bene. L’incubo che avevo era che qualcosa andasse storto e che il mio gesto fosse avvenuto invano. Ho fatto tutti gli esami un anno e mezzo fa ed è emerso che eravamo compatibili A quel punto non ho esitato un attimo e ho detto che volevo fare questo regalo a mio nipote. Ora stiamo tutti bene, ringrazio i medici e speriamo che tutto prosegua per il meglio”.

A seguire il quindicenne nel periodo precedente all’operazione è stata l’equipe pediatrica diretta al dottor Bruno Gianoglio, dell’ospedale infantile Regina Margherita di Torino, mentre invece per quanto riguarda l’intervento di prelievo del rene della nonna materna del giovane, che si è offerta come donatrice nella speranza di migliorare la vita del proprio nipote, è stato eseguito in laparoscopia dagli orologi Paolo Gontero e Giovanni Pasquale . Il papà del quindicenne di nome Giovanni nel corso di una recente intervista rilasciata telefonicamente ha parlato della malattia del figlio scoperta da circa due anni affermando inoltre “Per un anno e mezzo abbiamo interpellato tanti medici. Al Policlinico di Messina i dottori Giovanni Conti e Roberto Kimens hanno capito subito e ci hanno indirizzati nel centro di Torino dove é stato possibile effettuare il trapianto. Non ho parole per ringraziare mia suocera. É stata meravigliosa. Ha compiuto un gesto d’amore incredibile”.

Una bellissima storia questa che dimostra quello che è il grande amore che lega una nonna al proprio nipote e soprattutto il desiderio di questa nonna di vedere felice il nipote. L’ospedale Le Molinette di Torino rappresenta un centro all’avanguardia per quanto riguarda i trapianti soprattutto per i trapianti di rene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.