Segui Newsitaliane.it su Facebook

Tropea, lite tra circensi finita in tragedia: De Bianchi ucciso da Alex Orfei, arrestato


Tropea, lite tra circensi finita in tragedia De Bianchi ucciso da Alex Orfei, arrestato

Furibonda lite sfociata in tragedia quella avvenuta nella giornata di ieri a Santa Domenica di Ricadi, frazione di Tropea nel Vibonese. Purtroppo un uomo di 46 anni Werner De Bianchi è morto nella notte tra venerdì e sabato dopo essere stato accoltellato nella serata di venerdì nei pressi di Santa Maria d Ricadi, nei pressi di Tropea in provincia di Vibo Valentia.

Da quanto è emerso, pare che il presunto autore dell’omicidio sia Alex Orfei, un giovane di 31 anni indicato dallla vittima prima ancora di perdere conoscenza; lo stesso pare che abbia poi confessato l’omicidio, ma non al Commissariato quanto su Facebook. Il giovane Orfei è stato arrestato subito dopo dagli agenti di Polizia della mobile di Vibo Valentia e dalla Polizia di Tropea.La vittima sembra essere stata accoltellata intorno alle ore 18 di venerdì nello spiazzo antistante un supermercato; una volta accasciatosi sul terreno, la vittima è stata trasportata all’ospedale di Tropea e poi trasferito ancora in quello di Vibo Valentia, dove è stato poi sottoposto ad un intervento chirurgico, senza purtroppo raggiungere l’obiettivo salvezza, perchè il giovane è deceduto durante la notte. Come già anticipato, arrivare al giovane Alex Orfei è stato piuttosto facile, sia perchè la vittima prima di morire era riuscita a fare il suo nome e poi perchè il “killer” aveva confessato l’omicidio sul proprio profilo Facebook. Il motivo?

E’ emerso che i due fossero appartenenti a due circhi diversi entrambi della Calabria proprio in questi ultimi giorni, e pare che ultimamente si siano incontrati per dei chiarimenti, ma lo scontro sarebbe degenerato tanto da indurre Orfei ad uccidere l’antagonista.I due nei giorni precedenti l’omicidio, si sarebbero insultati in modo anche piuttosto pesante su Facebook; avrebbe cominciato Alex sul proprio profilo Facebook dove ha postato l’immagine del volantino con cui il Circo Donato Orfei  riconducibile alla famiglia De Bianchi ed estraneo alla celebre dinastia circense, “strilla” l’ingresso per i bambini a 3 euro, 5 per gli adulti. Anche nella giornata di venerdì pare che sul profilo di Alex Orfei sia apparso un post molto volgare, rimosso poi poco prima dell’accoltellamento da Facebook, nel quale si potevano leggere pesanti apprezzamenti sulle preferenze sessuali elle mogli dei fratelli De Bianchini.

De Bianchi lavorava presso il circo Royal, attualmente accampato a Castrovillari; Venerdì sera De Bianchi ha raggiunto Santa Domenica di Ricadi, su invito di Alex Orfei, il cui circo è attualmente impegnato in località Gesuini di Ricadi.  Il noto domatore gli avrebbe chiesto di saldare il vecchio debito e per costringerlo a farlo si era fatto accompagnare da altre quattro persone, tutte munite di bastoni e coltelli. De Bianchi avrebbe riferito di non avere ancora tutto il denaro sufficiente per saldare il debito motivo per il quale gli aggressori avrebbero cominciato a bastonare De Bianchi.

Questo sito utilizza i cookies tecnici per migliorare la tua esperienza di navigazione e cookies di profilazione di terze parti. Per saperne di più o per disabilitare l'uso dei cookies leggi la nostra "Cookie Policy". Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando lo scroll o cliccando 'Accetto' darai il consenso all’uso di tutti i cookies maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi