Tutela dei consumatori, la Commissione europea presenta nuovo Tribunale per le controversie

E’ in arrivo una nuova piattaforma online che permetterà ai consumatori di risolvere problemi relativi ad acquisti effettuati in rete. La nuova piattaforma è stata resa disponibile proprio dalla Commissione Europea e si chiamerà ODR. Si tratterà di uno sportello unico dove gli acquirenti e gli operatori commerciali facenti parte dell’Unione Europea possono esporre le proprie contestazioni sui acquisti effettuati online nel proprio paese o all’estero.

Al momento alla piattaforma sarebbero collegati circa 117 organismi per la risoluzione alternativa delle controversie di 17 paesi dell’Unione Europea. I passi da seguire per avviare il procedimento di risoluzione sono essenzialmente tre, ovvero il primo riguarda il consumatore il quale dovrà compilare un modulo di denuncia online, nel quale verrà descritto l’oggetto della controversia. Nel secondo passaggio la denuncia viene inviata al professionista che propone un organismo ADR al consumatore, ed infine una volta che viene raggiunto un accordo tra il consumatore e commerciale sull’organismo Adr la piattaforma trasferisce il reclamo all’organismo deputato alla gestione della controversia e che dunque gestirà il caso entro i 90 giorni.

“La maggior parte dei consumatori che incontrano problemi con gli acquisti online non presentano un reclamo perché considerano la procedura troppo lunga e poco efficace. La piattaforma per la risoluzione online delle controversie è uno strumento innovativo che farà risparmiare tempo sia ai consumatori che ai commercianti. Consentirà di accrescere la fiducia dei consumatori che fanno acquisti online e di sostenere le imprese che vendono all’estero, a tutto vantaggio del mercato unico digitale dell’UE”, ha dichiarato Vera Jourovà, ovvero la Commissaria per la Giustizia, i consumatori e la parità. Questa nuova piattaforma nasce per lo più con lo scorso di incentivare la fiducia nel commercio elettronico, cercando di eliminare totalmente o quasi le problematiche spesso inerenti agli acquisti online. Previsti comunque degli obblighi a carico dei venditori i quali sono dunque obbligati ad informare i consumatori della possibilità di inviare i reclami relativi agli acquisti effettuati tramite la piattaforma Ord.

Alla piattaforma potranno accedere tutti coloro i quali vorranno contestare qualcosa, o perchè si è ricevuto un prodotto difettoso o perchè mai recapitato dal venditore.Tutto questo sarà possibile accedendo alla piattaforma Odr, ed a tal proposito vi segnaliamo che per l’accesso non sono richieste delle particolari credenziali di accesso. Chiunque vorrà avviare una controversia dovrà semplicemente accedere al sito ec.europa.eu/consumers/odr/ e compilare il modello sopra indicato. In Italia sono attualmente attivi determinati organismi tra i quali: ADR Center srl Italia, Concilia s.r.l. Italia, ODCEC Medì Italia, Organismo di conciliazione paritetica Consorzio Netcomm – Associazioni di consumatori Italia, Organismo di conciliazione paritetica TIM Telecom Italia SpA – Associazioni di consumatori Italia, Organismo di conciliazione partitetica Wind Telecomunicazioni SpA – Associazioni di consumatori Italia, Servizio Conciliazione Clienti Energia Italia, SICOME SC.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.