Unioni Civili, il cardinale Bagnasco: “I figli non sono oggetti, l’amore non può giustifica tutto”

Si è tornato a parlare delle Unioni civili e nello specifico della Stepchild Adoption ed a farlo è stato ancora una volta il cardinale Angelo Bagnasco il quale ha ribadito che è diritto dei bambini non diventare oggetto di diritto per nessuno, visto che non sono cose da produrre.

Tanto più che certi cosiddetti diritti risultano essere solo per i ricchi alle spalle dei più poveri, specialmente delle donne e dei loro corpi. Così, fa parte di un umanesimo umano il fatto che l’amore non giustifica tutto, che i bambini hanno diritto a un padre e una madre“, ha aggiunto il Cardinale Bagnasco il quale continua a ribadire l’importanza della famiglia come capitale di impresa e di solidarietà. La famiglia secondo il Cardinale Bagnasco non va indebolita e per questo motivo è importante non disperdere questo valore con omologazioni infondate.

” Da una parte si rivendicano le differenze sul piano culturale e, dall’altra, le si negano sul piano normativo, creando di fatto delle situazioni paramatrimoniali”, ha detto poi il cardinale. Bagnano si pone anche contro coloro i quali vorrebbero cambiare le categorie elementari dell’umano, categorie che non sono confessionali e che nella loro sostanza appartengono all’umanità intera. ” Si vuole ridefinire i fondamenti non solo del vivere insieme, ma anche del vivere con se stessi, del pensarsi come persone, come libertà e amore, come famiglia e società, come vita e morte nel loro naturale intreccio”, dichiara ancora il cardinale.

Parlando ancora della famiglia e cita una dichiarazione congiunta che Papa Francesco ha firmato insieme al patriarca della Chiesa ortodossa di Mosca nel corso dello storico incontro avvenuto a Cuba ed in particolare quello in cui si ribadisce che la famiglia si fonda sul matrimonio, atto libero e fedele di amore di un uomo e una donna. Il Presidente della Cei aprendo a Genova il Consiglio episcopale permanente della Chiesa italiana ha affrontato il tema delle unioni civili dunque ed ha sottolineato: «Fa parte di un ‘umanesimo umanò, il fatto che l’amore non giustifica tutto, che i bambini hanno diritto a un padre e una madre, come anche recentemente il Tribunale dell’Aja ha affermato».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.