Uomo ubriaco entra in Chiesa e si siede nel confessionale: soldi in contanti per l’assoluzione

E’ davvero incredibile quello che è successo nella Chiesa di Santa Maria di Rovereto, comune italiano del Trentino-Alto Adige, in provincia di Trento, dove un uomo non solo si è finto prete ma ha anche chiesto del denaro al momento dell’assoluzione. Ma vediamo nello specifico quanto realmente accaduto.

Un uomo di 50 anni è entrato all’interno della Chiesa sopra citata completamente ubriaco e ha pensato bene di sedersi in confessionale, ma ecco che qualcosa di strano ha fatto insospettire i parrocchiani che hanno subito chiamato i carabinieri.

L’uomo infatti non solo predicava una strana visione del mondo ma, dopo aver ascoltato le confessioni dei parrocchiani ignari di quanto stava realmente accadendo all’interno del confessionale, ad alcuni ha dato dei consigli su come accettare gli stranieri mentre invece ad altri ha chiesto del denaro in contanti per essere assolti dai peccati che avevano precedentemente confessato.

Una richiesta questa che ha lasciato davvero senza parole i parrocchiani che non hanno dato il denaro chiesto dall’uomo ma, al contrario, hanno subito deciso di intervenire sulla questione chiamando i carabinieri e raccontando loro quanto realmente accaduto. I carabinieri della stazione locale, allertati dai parrocchiani, arrivati sul posto, hanno subito smascherato il finto prete che è stato arrestato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.