Vedove più allegre delle donne sposate: senza marito si vive più a lungo

vedovaLo studio italiano pubblicato sul ‘Journal of Women’s Health’ si basa sull’analisi dei dati raccolti su 1.887uomini e donne over 65 monitorati per 4 anni o più, e dalle indagini risulta che le vedove mostrano un rischio di fragilità e depressione ridotto di circa un quarto.

Secondo uno studio effettuato dall’Università di Padova in collaborazione con l’Istituto di Neuroscienze del Cnr, la vedova è allegra dopo i 65 anni: sembra una scoperta shock ed effettivamente un po’ lo è, con risultati piuttosto inquietanti, soprattutto per gli uomini che fanno parte dell’altra faccia della medaglia. Sembrerebbe infatti, sebbene non sia difficile immaginare il perché, che il non essere più sposate contribuisca a migliorare lo stato di salute e di umore.

Le donne non patirebbero dunque la condizione di vedovanza, ma a quanto pare ne trarrebbero vantaggio – almeno in certi casi. Se, invece, il lutto o la condizione di ‘singletudine’ riguarda l’uomo la situazione si ribalta: i maschi soli stanno peggio degli sposati. Ma come mai? La Dott.ssa Trevisan al Corriere della Sera spiega che “Accade perché spesso sono proprio le donne a gestire tutte le incombenze domestiche agevolando la vita dei propri compagni facendo trovare loro il pasto in tavola e garantendo un’assistenza continua al partner, visto che spesso l’uomo ha qualche anno in più di loro”.

Inversamente proporzionale è il livello di stress degli uomini: più è basso se hanno accanto la moglie, chiamata a occuparsi degli affari di casa e a volte anche della “manutenzione” del marito stesso, più è alto se restano vedovi, con un rischio di depressione molto più elevato rispetto a quello che possono contrarre le donne.

Dallo studio è emerso anche che le vedove, mantenendo ancor più saldi i rapporti con parenti e amici, hanno una vita sociale appagante e sono più efficienti in ambito lavorativo. “In linea con questi elementi – sottolinea la dott.ssa Trevisan – c’è anche il fatto che livelli di istruzione più alti e uno stato socio-economico migliore, riscontrati fra le donne single nel nostro studio, possono riflettere una condizione sociale che favorisce un maggiore benessere psicologico e fisico”.

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.