Venaria, 14enne tenta il suicidio a scuola: alle spalle storia di bullismo e foto hard

Una storia incredibile quella che stiamo per raccontarvi che ha come protagonista una ragazzina di soli 14 anni la quale nel pomeriggio di giovedì 10 marzo ha tentato il suicidio. Ma cosa ha portato la giovanissima a compiere questo triste e disperato gesto? E’ accaduto a Venaria nel Torinese dove la ragazzina di appena 14 anni ha praticamente tentato di togliersi la vita nel pomeriggio di giovedì ingoiando delle pillole; una storia di disagio e violenze psicologiche alle spalle purtroppo della giovanissima ragazzina di Venaria, subite per lo più nell’ambiente scolastico. Gli agenti della polizia municipale della città della Reggia hanno trovato nel suo cellulare una serie di messaggi che non lasciano scampo e fanno intendere che la ragazzina era senza dubbio vittima di bullismo nell’ambiente scolastico.

Purtroppo gli investigatori nel cellulare della giovane non hanno trovato solo dei messaggi ma anche fotografie che potrebbero essere la causa del tentativo di suicidio della ragazzina,perchè trattasi di fotografie osè, intime ed anche imbarazzanti.

Queste foto risalgono, da quanto emerso , a poco tempo fa quando la ragazzina avendo preso una cotta per un ragazzo un pò più grande di lui, aveva fatto queste fotografie un pò più spinte, foto che cominciarono a passare da un telefono all’altro diventando per lei motivo di imbarazzo e vergogna, perchè spesso le persone inviavano anche dei messaggi e commenti che purtroppo per un certo periodo di tempo la giovane è riuscita a reggere ma poi sarebbe crollata e per questo motivo ha tentato di togliersi la vita ingoiando una grande quantità di cortisonici;per fortuna il quantitativo delle pillole non era tale da provocare la morte , ma grazie a questo tristissimo gesto la ragazzina ha lanciato un messaggio, ovvero quello di aver molto bisogno di aiuto. Intervenuta sulla vicenda anche il direttore dell’Istituto, ovvero Roberto Vaglio, il quale ha dichiarato che si tratta di un caso che non esiste, frutto del troppo zelo di qualcuno.

“La studentessa ha ingerito pillole innocue e il suo non è stato un tentativo di suicidio ma una richiesta di attenzione. Spero torni in classe presto e che tutta questa vicenda non abbia ripercussioni sulla sua crescita”, ha ancora aggiunto Roberto Vaglio. Sono stati i compagni di classe a trovare la ragazzina nei bagni della scuola, accasciata per terra con fortissimi dolori allo stomaco ed hanno così deciso di far scattare l’allarme; sul posto sono intervenuti gli operatori del 118 i quali hanno soccorso la giovane e trasportata al pronto soccorso del Maria Vittoria. Fortunatamente la giovane non si trova in pericolo di vita. Una volta interrogata la giovanissima ha anche confessato di aver preso le pillole ma non ha voluto spiegare il motivo. A tal ragione le forze dell’ordine stanno indagando per cercare di capire cosa sia realmente accaduto ala giovanissima.

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.