Vendono la propria figlia di 18 giorni per 3000 euro circa: comprano motocicletta ed iPhone

E se vi dicessimo che un uomo ha venduto la sua bambina per 23 mila Yuan, ovvero poco più di 3 mila euro? Ebbene si, purtroppo è realmente accaduto in Cina e nello specifico nella provincia di Fukian, dove un uomo ha usato i social media per vendere la figlia di soli 18 giorni per 23 mila Yuan, corrispondenti a circa 3 mila euro.

La motivazione che ha spinto questa persona a compiere questo triste ed ignobile gesto è davvero incredibile, visto che il diciannove è riuscito a trovare un compratore per la propria neonata per poter acquistare un iPhone. Si avete capito bene, il 19enne ha cercato l’acquirente sull’applicazione di messaggistica QQ, negoziando l’accordo senza che la madre biologica tra l’altro ne fosse al corrente. L’acquirente ha concluso l’affare con il padre della piccola neonata e l’incredibile compravendita è avvenuta nella città di Tong’an; Duan, uno pseudonimo utilizzato per chiamare il padre della bambina ha venduto così la piccola creatura al prezzo di 3.500 dollari spesi poi per comprare un iphone ed una motocicletta.

Davvero incredibile questa storia che ha scioccato tutti, anche la madre biologica tra l’altro la quale non sapeva cosa stesse tramando il compagno. I due “genitori” sono stati arrestati e la donna ovvero la madre biogica si sarebbe difesa sostenendo di essere stata anch’essa adottata e di ritenere che fosse una pratica perfettamente legale, oltre che comune vendere i bambini per le coppie che non possono riuscire a mantenerli. “Anch’io sono stata adottata dalle mie parti molte persone cedono i loro figli per risolvere i loro problemi, non sapevo fosse illegale”,ha dichiarato la donna. Nonostante i genitori e soprattutto la madre abbiano rilasciato delle motivazioni assurde, il giudice di turno si è dimostrato clemente e sembra abbia tenuto conto delle disagiate condizioni economiche della coppia. Secondo i media locali la madre della bimba guadagnava qualche soldo facendo qualche lavoretto saltuario nella sua città, mentre il padre appena maggiorenne e disoccupato, “trascorreva il suo tempo negli Internet café”.

L’uomo dovrà trascorrere tre anni in carcere mentre la donna resterà dietro le sbarre soltanto per due anni e mezzo. Secondo lo Xiamen Daily News, Xiao Mei era rimasta incinta quando non era ancora maggiorenne e A Duan non aveva terminato gli studi.Per quanto riguarda la bambina, invece, visto che il padre e la madre al momento e per i prossimi tre anni saranno impossibilitati a prendersi cura della stessa, rimarrà nelle mani della madre acquirente.Una storia incredibile dunque quella che vi abbiamo raccontato e che come anticipato è avvenuta in Cina, ma che ha fatto il giro del mondo in pochissime ore, scatenando la reazione di tantissime persone che hanno commentato in modo negativo il comportamento dei due giovani “genitori ” della piccola, purtroppo venduta per 3000 euro circa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.