Venezia, marittimo trovato morto con un taglio alla gola nella stiva di una petroliera: omicidio o suicidio?

Venezia, marittimo trovato morto con un taglio alla gola nella stiva di una petroliera omicidio o suicidio

E’ giallo a Venezia, per la morte di un giovane di 35 anni, marittimo di Sant’Agnello il cui corpo è stato ritrovato con la gola tagliata a bordo di un mercantile in rada a Venezia. Il corpo del membro dell’equipaggio è stato rinvenuto nella mattinata di sabato a bordo della nave mercantile Bianca Amoretti, in rada a Malamocco, ovvero a Venezia. La notizia diffusasi nel giro di poche ore è stata confermata dalla compagnia armatrice Amoretti di Parma fondata da Odoardo Amoretti, negli anni 60. E’ mistero, dunque, sulla morte di questo giovane ritrovato dai colleghi dell’equipaggio con un taglio alla gola nella sala macchine del mercantile.

Secondo quanto emerso la polizia sta vagliando due piste,ovvero quella del suicidio e quella dell’omicidio, si esclude invece che possa essersi trattato di un incidente sul posto di lavoro, ma ovviamente si tratta di ipotesi che dovranno essere confermate o smentite dall’inchiesta che andrà avanti fino a quando non verrà fatta luce su quanto accaduto a bordo di quella nave.

Una volta scoperto il corpo, i colleghi hanno subito richiamato l’attenzione del capitano della Bianca Moretti che ha chiamato la capitaneria di porto immediatamente giunta sul posto con i sanitari del Suem 118. Mentre la polizia sta sentendo quanti erano a bordo del mercantile raccogliendo dichiarazioni e testimonianze probabilmente, sarà l’autopsia a chiarire le cause del decesso.

Sulla vicenda il Pm di turno ha affidato le indagini alla squadra mobile lagunare che per prima cosa ha provveduto, proprio per favorire l’inchiesta, a ‘sterilizzarè il luogo del ritrovamento del cadavere e a far portare la nave in banchina a Marghera, all’interno della città lagunare.Si dovrà attendere, dunque, l’esito dell’autopsia sul corpo del giovane trovato morto con un taglio alla gola, per poter finalmente fare luce su quanto accaduto. La compagnia ha inoltre provveduto ad avvisare i familiari, e si è resa partecipe del lutto che li ha colpiti. La compagnia e il comandante della petroliera stanno collaborando con le autorità e restano a disposizione per fornire il proprio supporto. La società armatrice fa sapere anche che, insieme al comandante, sta collaborando con le autorità e resta a disposizione per fornire il proprio supporto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.