Virginia Raggi impegnata nella definizione della giunta, oggi prima riunione con il mini direttorio

0

Virginia Raggi impegnata nella definizione della giunta, oggi prima riunione con il mini direttorio

Una settimana piuttosto decisiva per la città di Roma e nello specifico per il neo sindaco della capitale, ovvero Virginia Raggi che sarà impegnata in una serie di incontri e soprattutto dovrà fare delle scelte molto importanti prima dell’attesa presentazione della sua giunta.

La nuova giunta sarà presentata il prossimo 7 luglio, giorno in cui per la prima volta si riunirà il consiglio comunale e perché il sindaco svelerà a due settimane dalla proclamazione tutti i nomi dei suoi accessori. Dal Campidoglio proprio nelle scorse ore fanno sapere: “La squadra già c’è e le persone non mancano d’affetto.Per alcune caselle, addirittura, si sta scegliendo tra più possibilità”.Sembra che già nella giornata di oggi ci sia una prima riunione, con il mini-direttorio romano con la senatrice del M5s Paola Taverna, la deputata Roberta Lombardi, il consigliere regionale del Lazio Gianluca Perilli, mentre mancherà l’europarlamentare Fabio Massimo Castaldo in trasferta a Parigi. La giunta Raggi, dunque, che sarebbe al completo, sarà invece presentata alle 15 di giovedì 7 luglio, confermano fonti vicine alla prima cittadina.

Intanto salta la nomina di Daniele Frongia a capo di gabinetto e anche quella del suo vice, quel Raffaele Marra un tempo vicino all’ex sindaco Gianni Alemanno che aveva provocato parecchi malumori tra i cinque stelle ed in particolare nella corrente guidata da Roberta Lombardi. “Non c’è nessuna tensione nel Movimento”, ha assicurato Virginia Raggi. Il direttorio M5S proprio in questo momento sta valutando di rafforzare la giunta Raggi, dandole un taglio più politico con altre persone e tra queste sembra si sia fatto il nome di Frongia. Il Ministro ha assicurato che non ci sarebbe alcuna tensione nel movimento e nel frattempo dopo aver incontrato l’ex first lady britannica Cherie Blair ha inviato una lettera ai vertici di Acea chiedendo chiarimenti su alcune nomine fatte guarda caso a tre giorni dal ballottaggio.Tra le new entry Flavia Marzano, docente della Sapienza in predicato per l’assessorato alla ‘Roma semplice’, per una città ‘smart’.

Cominciano anche le polemiche da parte di alcuni componenti della giunta, come ad esempio Paolo Berdini,ovvero il futuro assessore all’Urbanistica, che si è posto in modo del tutto contrario contro la costruzione dello stadio della Roma.E’ una grande opportunità, l’importante è rispettare le leggi”, dicono fonti autorevoli del movimento. Berdini infatti, subito dopo ha fatto sapere di essere stato travisato e di non avere alcun pregiudizio in relazione a questo progetto.“Sono contrario allo stadio della Roma così come immaginato nel progetto vagliato dal Comune. Rispetterò le leggi, ma userò ogni mezzo consentito per impedire questo scempio e per tutelare gli interessi della città”, ha aggiunto il futuro assessore lanciando così l’idea del referendum. 

Rispondi o Commenta