Zanzare, scoperto un nuovo rimedio naturale per tenere a lontano gli insetti: è l’odore delle galline

0

Zanzare, scoperto un nuovo rimedio naturale per tenere a lontano gli insetti è l'odore delle galline

Purtroppo l’estate è la stagione delle zanzare e su questo non c’è alcun dubbio. Esistono diversi rimedi per prevenire le punture di questi fastidiosissimi insetti, tanti prodotti vengono venduti anche nei semplici supermercati, ma ciò che non sapete è che esistono dei rimedi naturali. Stiamo parlando delle galline, si avete capito bene dei volatili, il cui odore pare tenga lontano le zanzare.

E’ questo quanto emerso da uno studio effettuato da un gruppo di scienziati dell’Università di Sciena dell’Agricoltura di Uppsala, guidati dall’entomologo Rickard Ignell, i quali hanno praticamente scoperto che gli odori emanati dalle galline ridurrebbero il rischio di essere punti e dunque di contrarre anche il parassita Plasmodium, che è considerato il responsabile numero uno dell’infezione che sembra essere la causa principale di morte nell’Africa subsahariana. Si tratta di una notizia piuttosto curiosa che potrebbe davvero far sorridere, ma in realtà questa scoperta si pone come un notevole passo in avanti per combattere la malaria, che purtroppo al giorno d’oggi continua ad essere la causa di morte i oltre 400 mila morti registrati soltanto nel 2015.

Gli studiosi hanno effettuato un esperimento sul campo, e soltanto nella prima fase dell’esperimento hanno preso in esame circa 1200 zanzare della specie Anopheles arabiensis, osservando che a differenza di altri animali le galline sono praticamente immuni alle punture degli insetti.In un secondo momento i ricercatori hanno poi posto l’attenzione sulle camere da letto di 6700 persone, alcune protette con i rimedi tradizionali, altre ospitanti un pollo chiuso in una gabbia; ebbene il numero di insetti rimasti intrappolati nelle stanze ha dimostrato che il numero delle zanzare era nettamente inferiori dove c’era la presenza di galli o galline. I ricercatori si sono chiesti quali composti fossero tipici delle galline e le quattro sostanze identificate sono state testate in alcuni villaggi dell’Etiopia, partendo dai campioni di sangue e piume, su diversi volontari umani, confrontando gli effetti con quelli di composti derivanti da altri animali.

I risultati dell’esperimento sono stati davvero sorprendenti visto che si è verificata una stupefacente riduzione delle zanzare che circolavano nelle stanze delle persone che avevano sparso nell’ambiente gli odori del pollame, pari al 90-95% rispetto a quanto osservato in presenza di stimoli olfattivi ad altri animali da compagnia o a allevamento. Lo stesso team di studiosi svedesi ha rilevato che composti chimici simili a quelli identificati nel pollame sono presenti nella calendola messicana e nelle bucce degli agrumi. Adesso gli studiosi hanno un’arma in più contro una malattia che, stando alle statistiche dell’Organizzazione mondiale della sanità, solo lo scorso anno ha fatto registrare 215 milioni di casi con quasi 440mila morti. Questi risultati hanno fatto aprire anche nuovi orizzonti ai ricercatori che ipotizzano di sperimentare la ricerca su Zika.

Rispondi o Commenta