Afghanistan, bufera di neve straordinaria: valanga sommerge un villaggio, almeno 50 i morti

Ennesima tragedia provocata anche questa volta da una slavinia, ma questa volta non ha interessato il nostro paese, bensì l’Afghanistan. L’incidente è avvenuto nella giornata di ieri, dove una valanga di neve si è abbattuta su un piccolo villaggio della provincia sud-orientale afghana di Badakhshan, in Afghanistan, causando la morte di morte di almeno 50 persone. E’ questa la notizia ripotata dall’agenzia di stampa Pajhwork, che ha dichiarato l’avvenuto incidente dalle conseguenze davvero tragiche. Secondo quanto riferito dal responsabile provinciale dell’Authority nazionale afghana per la gestione dei disastri, Syed Abdullah Humayun Dehqan, l’incidente è avvenuto nell’area di Ghami Bala del distretto di Mayami ed ancora è stato chiarito che la neve è caduta per ben 48 ore, distruggendo 16 case. Il ministro del Lavoro e degli Affari sociali, Nasrin Oriakhail, ha confermato all’emittente che per l’enorme quantita’ di neve caduta nelle ultime 24 ore, e per l’interruzione di moltissime vie di comunicazione, e’ scattata una emergenza a livello nazionale. Il paese sembra esser quasi totalmente sommerso dalla neve in questi giorni ed oltre alle 50 vittime della slavinia di ieri, si contano altre 19 persone morte negli ultimi due giorni a seguito di altre valanghe che hanno letteralmente invaso i villaggi; diversi morti sono stati causat dai danni provocati dalle nevicate che hanno anche raggiunto la capitale Kabul.

“Sulla base delle informazioni che abbiamo al momentosono cinquanta i corpi recuperati, ma il numero è destinato a salire”, ha dichiarato il governatore locale Hafiz Abdul Qayum alla stampa nella giornata di ieri. Le nevicate sembra abbiano interessato ben 22 province su 34 ed in particolare quelle di Sar-e-Pul, Wardak, Ghazni, Bamiyan, Parwan, Samangan Badakhshan, Nuristan e Laghman ed eccezionalmente, neve abbondante sembra essere caduta anche nella provincia meridionale di Kandahar. La metà dei morti, 22, è stata registrata proprio a causa delle valanghe nella regione isolata di Badakhshan, spiega il portavoce del governo provinciale Navid Farotan. Inoltre nella provincia di Parwan, confinante con Kabul, 12 persone sono morte in due valanghe, spiega Wahid Sediqi, portavoce del governatore della regione.

La neve ha anche provocato caos sulle strade provinciali tra cui l’autostrada che collega Kabul a Kandahar dove la polizia ed i soldati hanno tratto in salvo ben 250 veicoli rimasti intrappolati nella bufera. Un’ondata di maltempo eccezionale,dunque, quella verificatosi nel paese che ha spinto il governo a decretare per domenica 5 febbraio, ovvero il giorno lavorativo secondo il calendario islamico, festività a livello nazionale e si parla di emergenza; l’aeroporto di Kabul è stato chiuso per ghiaccio sulle piste di atterraggio mentre la polizia ed i militari nei giorni scorsi sono intervenuti per prestare soccorso agli automobilisti e passeggeri di almeno 250 veicoli rimasti intrappolati nella bufera lungo la strada che collega la Capitale a Kandahar

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.