Aggredito sacerdote Reggio Calabria, è grave: Denunciata una persona

0

Lo hanno aggredito nella canonica della Chiesa del Divino Soccorso, periferia sud di Reggio Calabria. monsignor Giorgio Costantino è stato picchiato a suon di calci e pugni nella notte tra 23 e 24 maggio da un gruppo di ragazzi che, secondo la stampa locale, conterebbe almeno una decina di persone. “Mi appello a voi genitori – continua l’arcivescovo – a voi sacerdoti, a voi tutti educatori: qualunque sia la responsabilità educativa, mettiamoci tutti in ascolto dei giovani ed interessiamoci della loro formazione, prima di dover piangere per una società, al cui interno la violenza sia generalizzata, in nome di un individualismo che non accetta nessun limite alle proprie emozioni e ai propri desideri”.

La scena del crimine. Nel frattempo la polizia calabrese ha cominciato le indagini per capire sia i moventi dell’intrusione che quelli dell’aggressione (non è escluso che il parroco fosse un obbiettivo sin dall’inizio) così da poter individuare i colpevoli di questo brutale assalto. Uno dei giovani, sempre da quanto emergerebbe dal video, si sarebbe anche fermato per prestare un primo soccorso a don Giorgio.

Il sacerdote si trova adesso in ospedale in gravi condizioni ed i medici sostengono che ci sono poche possibilità che esca dal coma. Mons. Giorgio Costantino, giornalista, in passato portavoce del Sinodo dei Vescovi (2005), è parroco di Santa Maria del Divino Soccorso, in uno dei quartieri più popolosi di Reggio Calabria, Gebbione, dal 2006. All’arrivo delle forze dell’ordine il monsignor era ancora vigile e ha raccontato l’accaduto. Il secondo pensiero è di condanna per il vile gesto compiuto.

Rispondi o Commenta