Ai domiciliari per tentato omicidio accoltella l’ex fidanzata, grave 21enne

0

Giorno dopo giorno aumentano i casi di femminicidio e di violenza nei confronti delle donne, ed ecco che l’ultimo arriva direttamente da Fagnano Olona, comune italiano di 12.401 abitanti della provincia di Varese in Lombardia, dove una giovanissima donna di soli 21 anni è stata aggredita a coltellate dall’ex compagno, un uomo di 27 anni già agli arresti domiciliari presso l’abitazione dei genitori dove si è consumata l’aggressione a causa della quale la 21enne si trova al momento ricoverata in ospedale in gravi condizioni di salute.

Stando a quanto emerso dalle prime indiscrezioni sulla vicenda sembra proprio che lo scorso 29 aprile l’uomo abbia provato ad uccidere con una coltellata alla schiena e una al fianco un ragazzo di soli 21 anni, nuovo compagno dell’ex fidanzata e ritenuto responsabile di avere causato la fine della loro relazione, dalla quale è nato un bambino che ad oggi ha due anni.

In seguito a tale aggressione il 27enne S.Z era finito agli arresti domiciliari che stava scontando presso l’abitazione dei genitori dove, nella serata di lunedì 8 maggio, l’ex fidanzata e mamma di suo figlio si era recata per fargli visita anche se, al momento, non sembrerebbe essere ancora chiaro il motivo che abbia spinto la giovane ad effettuare tale visita, forse voleva discutere con il padre di suo figlio delle modalità con cui avrebbe potuto vedere il bambino. Tra i due sembrerebbe esservi stata una discussione al termine della quale la 21enne aveva deciso di andare via ma l’ex fidanzato l’ha seguita con un coltello da cucina tra le mani e l’ha colpita circa quattro volte lasciandola in un lago di sangue. Immediatamente è stato lanciato l’allarme e sul posto sono intervenuti i carabinieri e gli operatori sanitari del 118 che hanno provveduto ad accompagnare la giovane donna presso l’ospedale di Legnano dove, dopo essere stata sottoposta ai dovuti accertamenti, è stata operata ad un polmone a causa di una lesione riportata in seguito alle coltellate ricevute.

Al momento si hanno poche notizie sulle reali condizioni di salute della giovane donna che, a casa dell’ex compagno non aveva fortunatamente portato il loro bambino di due anni, ma ecco che secondo alcune indiscrezioni in realtà la giovane si troverebbe in gravi condizioni e al momento la prognosi è riservata. L’ex compagno, un giovane di soli 27 anni, è stato invece bloccato dai carabinieri della compagnia di Busto Arsizio e condotto in caserma. L’uomo si trova in arresto per la seconda volta in nove giorni e l’accusa mossa nei suoi confronti è ancora quella di tentato omicidio. A salvare la giovane sono stati i vicini di casa della famiglia dell’ex compagno e precisamente l’uomo che insieme alla moglie l’ha soccorsa e ha chiamato aiuto ha raccontato “Aveva un coltello da cucina conficcato nella schiena e diverse ferite alla gamba. A quel punto è intervenuta anche mia moglie e, insieme, l’abbiamo tenuta vigile in attesa dei soccorsi, così come ci era stato detto di fare”.

Rispondi o Commenta