Allarme tubercolosi a Bologna: bambina alunna di una scuola elementare ricoverata

Torna l’incubo tubercolosi nel nostro paese e nello specifico a Bologna dove nella giornata di ieri è arrivata la notizia del possibile caso presso la scuola primaria Viscardi. In realtà la segnalazione sembra essere arrivata nella giornata di martedì al dipartimento di sanità pubblica delle azioni dell’azienda Ausl di Bologna. Il caso sospetto riguarderebbe una bambina alunna della scuola primaria Viscardi di Bologna, la quale si trova al momento ricoverata presso il reparto di malattie infettive del policlinico di Sant’Orsola. La bambina avrebbe già iniziato la terapia alla quale sembra aver risposto in modo positivo e le sue condizioni sembrano essere migliorate di Ora in ora ma e rimarrà ricoverata fino a quando non sarà più contagiosa. “Ha iniziato la terapia alla quale risponde in modo positivo ed è in buone condizioni“, fa sapere l’Ausl.

Intanto per venerdì 20 ottobre sono stati programmati i test Mantoux ovvero il più utilizzato per effettuare lo screening tubercolare che gli operatori della pediatria territoriale della sede di Bologna proporranno soltanto a scopo precauzionale così come indicato dalle linee guida del Ministero della Sanità, contatti scolastici dell’alunno e in tutto si parla di 171 Scolari oltre agli operatori scolastici.La tubercolosi è una malattia per la quale esistono efficaci protocolli di profilassi e cura. Chi risulta positivo al test Mantoux non è necessariamente ammalato. La positività al test indica soltanto che la persona è entrata in contatto con il bacillo responsabile della malattia in un periodo della vita e che ciò ha determinato una reazione di difesa immunitaria. In caso di positività al test vengono eseguiti ulteriori accertamenti diagnostici”, hanno spiegato i sanitari dell’Ausl.

Alta la preoccupazione dei genitori dei bambini che frequentano questa scuola elementare, ma gli operatori spare stiano facendo tutto il possibile per poter tranquillizzare Queste famiglie che In un certo qual modo sono vicine alla bambina che è risultata affetta da tubercolosi. La situazione non dovrebbe essere allarmante ma ci si augura che la bambina possa guarire al più presto e che ovviamente il batterio possa non diffondersi. 

La tubercolosi è una malattia infettiva e anche molto contagiosa causata dal batterio mycobacterium tuberculosis o bacillo di Koch la quale si trasmette attraverso goccioline di saliva emesse dal malato durante i colpi di tosse, Gli sputi, starnuti e la fonazione. Fortunatamente nella maggior parte dei casi le persone che entrano a contatto con questi germi non sviluppano i sintomi della malattia che invece viene spenta sul nascere dal nostro sistema immunitario. Nonostante negli anni si siano registrati interessanti progressi farmacologici, questa malattia al giorno d’oggi rimane una delle principali cause di morte soprattutto nelle aree sottosviluppate del continente africano e di quello asiatico. La tubercolosi uccide circa due milioni di persone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.