Anversa, ubriaco cerca di travolgere i passanti con l’auto: arrestato il conducente di nazionalità francese

0
Una vettura francese avrebbe cercato di schiantarsi sulla folla in una delle vie dello shopping di Anversa, città nella regione delle Fiandre. Non ci sono vittime. L’uomo alla guida è stato arrestato; sarebbe un francese di origini nordafricane, secondo la polizia.

Quanto accaduto nella giornata di mercoledì a Londra,  nella giornata di ieri la polizia belga ha arrestato un uomo che ha tentato di investire i passanti con un auto nella zona dello shopping di Anversa in Belgio.  Secondo quanto riferito da un portavoce della polizia, intorno alle ore 11:00 di ieri mattina,  un veicolo è entrato nella zona di De Meir  ad alta velocità,  tentando di investire i passanti con un’auto,  ovvero una Citroen rossa immatricolata in Francia,  nel cui bagagliaio sarebbero state ritrovate delle armi ed anche un uniforme di polizia,  oltre che una tanica contenente un prodotto che ancora non sembra essere stato identificato.

L’uomo è un cittadino di origine tunisina ma francese,  Mohamed R. di 40 anni il quale è stato arrestato dalle  forze di polizia,  è questa la notizia confermata nel corso della giornata di ieri dalle autorità che però non hanno rilasciato ulteriori dettagli. Il veicolo secondo quanto riferito da Serge Muyters,  pare procedesse a forte velocità sulla Meir,  mirando ai passanti che hanno dovuto saltare di lato per non essere investiti;  come già anticipato l’uomo alla guida dell’auto è stato arrestato al termine di un inseguimento di polizia avvenuto nel centro della città e pare indossasse una mimetica. Secondo alcuni inquirenti belgi si tratterebbe di un probabile tentativo di strage fallito, essendo avvenuto proprio all’indomani dell’attacco di Londra e del primo anniversario delle stragi jihadiste di  di Bruxelles,  al contrario alcune autorità francesi, allertate per la presunta nazionalità delle arrestato, si sono dimostrate più caute

“Forse era semplicemente un tunisino  ubriaco che voleva sfuggire a un controllo stradale”, è questo quanto riferito da una fonte vicina alle indagini, aggiungendo che l’uomo che risiedeva in Francia, non era noto ai servizi di intelligence ma alla polizia per reati comuni. Dopo quanto accaduto nella giornata di ieri, la città di Anversa è stata posta in stato di vigilanza rafforzata, notizia resa nota dal primo ministro del Belgio Charles Michel. Lo stesso ha poi aggiunto: “Seguiamo la situazione da molto vicino.I servizi di sicurezza sono stati esemplari nel loro lavoro.

La sicurezza della città di Anversa è stata dunque rafforzata e alcune camionette della polizia nel corso della giornata di ieri, hanno bloccato l’ingresso delle vie pedonali del centro storico;  nonostante l’accaduto il governo belga ha però ritenuto non necessario convocare una riunione d’emergenza delle Consiglio Nazionale di sicurezza. Intervenuta nel corso della giornata di ieri anche il presidente francese Francois Hollande, appena appresa la notizia, il quale ha dichiarato: “I fatti di Anversa sembrano coinvolgere un cittadino francese, che avrebbe avuto con sé armi e voleva uccidere o almeno creare un drammatico incidente, quindi dobbiamo continuare a restare in allerta alta e mobilitare tutte le nostre forze”.

Rispondi o Commenta