Apple Pay, l’app per pagare tramite smartphone o Appe Watch sta per arrivare in Italia

0

Dopo circa due anni e mezzo dalla sua presentazione negli Stati Uniti finalmente Apple Pay è una realtà. Per chi non lo sapesse, Apple Pay che sta per arrivare finalmente in Italia permetterà agli utenti iPhone di effettuare pagamenti nei negozi fisici ; per la prima volta questo servizio è stato introdotto negli Stati Uniti nel 2014 ed in numerosi paesi ma in Italia ha tardato ad arrivare. Attualmente è già attivo in Canada, Australia, Nuova Zelanda, Russia, Cina, Hong Kong, Giappone, Singapore, Taiwan. In Europa è presente nel Regno Unito, Francia, Svizzera, Spagna e, da oggi, in Irlanda. Oltre che in Italia, l’Apple Pay è atteso a breve anche in Germania. Finalmente anche da noi stanno arrivando i tanto desiderati pagamenti a mezzo smartphone e la notizia sembra essere stata ufficializzata attraverso il sito ufficiale di Apple dove la pagina relativa al servizio Apple Pay è stata appena aggiornata con nuove informazioni, e pare che manchi soltanto la data ufficiale di rilascio.

Questo sistema di pagamento digitale, funzionerà in questo modo, ovvero avvicinando l’iPhone e l’Apple Watch alle casse dei negozi dotate di Pos con tecnologie senza fili Nfc ed è stato lanciato da Apple negli Stati Uniti nell’ottobre 2014.Per poter sfruttare questa grande novità bisognerà essere in possesso di una carta di credito Visa o Mastercard, rilasciata esclusivamente da Banca Carrefour, Unicredit e Boon, ma è possibile che prossimamente vengano aggiunti altri istituti di credito.Per chi non lo sapesse, Boon è una piattaforma che offre una carta prepagata e un’app di gestione del denaro che finora non era disponibile in Italia.

La sicurezza delle transazioni viene garantita sia dalla conferma attraverso l’impronta digitale, sia dal fatto che i dati della carta di credito non sono accessibili né al rivenditore né all’app stessa, che utilizza invece un codice univoco legato allo smartphone.

A differenza di quello che accadrà con le solite carte di pagamento, quando ci si trova in un negozio e si utilizza Apple Pay su iPhone e Apple Watch, per completare un pagamento bisogna solo avvicinare l’iPhone al terminale, tenendo il dito sul sensore touch ID oppure premere due volte il tasto laterale di Apple Watch mentre lo si avvicina al terminale. Apple Pay non archivia i dati sulle transazioni che possono essere ricollegati all’utente, verranno tuttavia conservati soltanto gli acquisti più recenti per comodità dell’utente. Apple Pay, come già anticipato è già disponibile in molti paesi europei, tra i quali la Francia dove ha fatto ufficialmente il proprio debutto lo scorso 19 luglio 2016, rafforzando in questo modo la presenza nel continente europeo. In Francia, Apple Pay funziona su iPhone e Apple Watch ma sono supportati anche gli iPad ma viene utilizzato solo per i pagamenti in app e non nei negozi fisici.

Rispondi o Commenta