Arezzo, madre e figlio ritrovati senza vita in auto: omicidio-suicidio?

Una tragedia quella venuta ad Arezzo dove nella giornata di ieri sono stati ritrovati senza vita Madre e figlio scomparsi nella giornata di domenica e ricercati dalla polizia dopo che i familiari ne avevano dato l’allarme. Le vittime sono una donna di 85 anni e il figlio di 67, residenti entrambi ad Arezzo. i cui corpi senza vita sono stati ritrovati nella giornata di ieri all’interno di un’auto in sosta. la quale era stata parcheggiata in una piazzetta a Palazzo del Pero. Da quanto è emerso, sembra che entrambi siano deceduti per un colpo di pistola. L’arma è risultata essere detenuta regolarmente dalle sessantasettenne. Nello specifico le vittime si chiamavano Dina Sorini di 85 anni e Giancarlo Palazzi di 67, come già detto già entrambi residenti ad Arezzo e ritrovati senza vita in una macchina parcheggiata alla periferia della frazione a circa 600 metri dal paese.

L’auto sulla quale sono stati rinvenuti i corpi è una Dacia Sandero un piccolo SUV dove è stata rinvenuta anche una lettera di spiegazione scritta proprio dal figlio della donna. Adesso pare che nella lettera abbia scritto di essere malato e di avere paura di non poter più accudire la madre come ha fatto fino a quel momento. Dunque potrebbe trattarsi di un omicidio-suicidio, ovvero il figlio potrebbe aver ucciso la madre e poi si sarebbe suicidato. Ovviamente dopo il ritrovamento dei cadaveri, la polizia ha eseguito le indagini per cercare di capire la dinamica e soprattutto cosa sia realmente accaduto, ma sembra essere conclamato il fatto che si tratta di un omicidio-suicidio legato ad una cattiva situazione dal punto di vista salutare e la conseguente disperazione dell’uomo di non potersi più prendere cura della madre malata di Alzheimer.

I due erano scomparsi nella giornata di domenica intorno alle ore 16:00 e pare si fossero allontanati proprio a bordo della macchina, andando verso la periferia della città. Preoccupati i familiari avrebbero allertato le forze dell’ordine che si sono messi subito alla ricerca della madre e del figlio, visto che i due erano scomparsi dalla loro abitazione senza dare spiegazioni a nessuno.

Le ricerche da parte della polizia pare siano iniziate già nella notte stessa e proseguite fino alla mattina successiva, ovvero fino alla mattinata di ieri. Alle ricerche oltre alla polizia hanno partecipato anche i vigili del fuoco e i carabinieri, poi nella mattinata di ieri ecco la tragica scoperta dell’auto parcheggiata con dentro i corpi senza vita della mamma e del figlio. Sul luogo del ritrovamento sono aggiunti anche gli operatori del 118, i quali non hanno potuto fare altro che constatare la morte dei due. Le indagini attualmente sono condotte dalla squadra mobile e coordinate dal PM di turno Elisabetta Iannelli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.