Argentina, scoperta la prima rana fluorescente al mondo

0

Erpetologi dell’Università di Buenos Aires (Argentina) hanno scoperto la prima rana fluorescente al mondo, un anfibio già noto alla scienza del quale tuttavia non si conosceva questa particolarità.

Esaminando la piccola rana degli alberi Hypsiboas punctatus, diffusa in Sud America, i ricercatori argentini avevano ipotizzato che potesse dare fluorescenza nel rosso perché la sua pelle contiene un pigmento verde, chiamato biliverdina, che in certi insetti si combina a proteine che danno un rosso fluo. L’hanno trovata nelle tre molecole hyloin-L1, hyloin-L2 ed hyloin-G1, site nel tessuto linfatico, nelle secrezioni ghiandolari e nell’epidermide degli anfibi.

La fluorescenza è un fenomeno che finora era stato osservato soprattutto in organismi marini come coralli, squali e una specie di tartarughe, mentre sulla terraferma era nota soltanto nei pappagalli e in alcuni scorpioni. Nelle specie terrestri è comunque piuttosto rara ed è la prima volta che viene individuata in un anfibio. La fluorescenza deriva da un processo che assorbe e trasmette luce: la rana in questione assorbe luce a lunghezze d’onda minori e la diffonde a lunghezze d’onda maggiori. Dopo averla scoperta anche nelle raganelle a pois, gli studiosi vogliono capire se essa risulta in qualche modo visibile alle stesse rane, per cercare di comprenderne il significato biologico. I dettagli dello studio sono stati pubblicati su PNAS.

Rispondi o Commenta