Assenteismo nel trasporto pubblico, blitz all’Eav: sospesi tre dipendenti ad Ischia

Ancora un caso di assenteismo a Napoli dopo lo scandalo che ha interessato nei giorni scorsi l’ospedale Loreto Mare, dove 55 dipendenti dell’ospedale sono stati arrestati ed altri 94 risultano indagati. Questa volta la vicenda ha interessato l’Eav, ovvero una delle aziende che gestiscono il trasporto pubblico a Napoli e Campania;nello specifico sono stati sospesi tre dipendenti in servizio sull’Isola di Ischia, nel Golfo di Napoli,i quali pare usufruissero di permesse in base all’ex legge 104 senza assistere nemmeno un giorno il caro malato. L’Eav, attraverso il Presidente del Cda, Umberto De Gregorio, ha attivato le procedure disciplinari e qualora dovessero essere confermate le informazioni acquisite da un’agenzia investigativa appositamente incaricata, i tre dipendenti saranno licenziati.

Hanno chiesto dei permessi ex Legge 104 lo scorso mese di dicembre ma non si sarebbero recati dall’assistito, è questo quanto è emerso da alcuni controlli effetti nei confronti dei tre dipendenti dell’Eav, eseguiti nelle stazioni di Porta Nolana, Benevento, Fuorigrotta e Montesanto, durante i quali sono state riscontrate delle anomalie nelle presene di circa il 10% per cento dei dipendenti sottoposti al controllo; si tratterebbe di una quindicina di persone risultate assenti fisicamente sul posto di lavoro con un anticipo sull’orario previsto di fine servizio di 1-2 ore. Nella mattinata di ieri si è inoltre provveduto ad un controllo capillare delle presenze sui siti di Porta Nolana, Benevento, Fuorigrotta e Montesanto, dove sono state riscontrate anomalie, come già anticipato, nelle presenze di circa il 10 per cento dei dipendenti sottoposti a controllo.

“La società Eav ha intensificato le procedure di controllo per combattere il fenomeno dell’assenteismo improprio”, è questo quanto si legge in una nota diramata dall’ente. I furbetti sono stati scoperti da un’agenzia di investigazioni, assunta per svelare la truffa. “Per le nuove generazioni il lavoro è una conquista da strappare con i denti e con il sangue. Non sono tollerabili forme di lassismo e assenteismo di alcun tipo.

L’azienda ha già avviato i provvedimenti disciplinari”, ha fatto sapere in una nota il Presidente dell’Eav, Umberto De Gregorio. Lo stesso ha aggiunto: “Consapevoli del fatto che la gran parte dei lavoratori di Eav svolge con impegno e serietà il proprio lavoro, siamo certi che un’attività rigorosa di controllo sarà vista con favore dai lavoratori stessi e dai sindacati”. Verranno fatte le opportune verifiche in contraddittorio e le conseguenti eventuali contestazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.