Attacco sessista alla sindaca di Roma, titolo shock su Libero: Raggi chiede risarcimento e presenta querela

“Patata bollente. La vita agrodolce della Raggi”, è questo il titolo di ieri del quotidiano Libero che ha letteralmente scatenato polemiche in Campidoglio e non solo ed in tanti si sono schierati contro il giornale diretto da Vittorio Feltri, che già in editoriale aveva accostato al vicenda tra Berlusconi e le olgettine a quella tra Raggi e l’ex capo segreteria Salvatore Romeo. Durissime le reazioni bipartisan, il Direttore editoriale del quotidiano Vittorio Feltri ha commentato: “Stesso titolo in passato con Ruby, ma nessuno disse nulla”. In molti hanno considerato questa copertina come un attacco di cattivo gusto e di sessismo e proprio per questo motivo la sindaca di Roma Virginia Raggi ha preannunciato a Feltri per la sua rata perla di letteratura la richiesta di un risarcimento per diffamazione.“Eccola l’informazione italiana!”, attacca Beppe Grillo in un tweet invitando gli iscritti a mandare mail di protesta al direttore responsabile e al direttore editoriale di Libero. “Non so se sia sessismo o semplice idiozia, in ogni caso mi fa schifo. La mia solidarietà a Virginia Raggi. La sindaca di Roma, profondamente offesa per le parole scelte dal quotidiano Libero ha deciso di presentare querela e di andare avanti, chiedendo anche un risarcimento.

“C’è un retro-pensiero che offende non solo me ma tante donne e tanti uomini. Voglio svelare un segreto a questi fini intellettuali: un sindaco puo’ essere anche donna!”, è questo quanto scritto su Facebook dalla sindaca Raggi nella giornata di ieri, post nel quale ha tenuto comunque a ringraziare tutti coloro, sia uomini che donne, che nella giornata le hanno manifestato la loro solidarietà. “Ah, dimenticavo. Quando chiederò il risarcimento per diffamazione – ovviamente, lo farò – aggiungerò anche 1,50 euro che ho speso per comprare per la prima e ultima volta questo giornale“, ha concluso la Raggi nel post pubblicato su Facebook. Tanti i messaggi di solidarietà arrivati da colleghi ed amici, soprattutto appartenenti al Movimento cinque stelle, primo tra tutti Luigi Di Maio il quale ha dichiarato: “Non so se sia sessismo o semplice idiozia, in ogni caso mi fa schifo. La mia solidarietà a Virginia Raggi. La stampa ha superato ogni limite”.

Solidarietà anche da parte di Danilo Tonicelli, che in un tweet ha scritto “Forza Virginia. I giornaloni hanno toccato il fondo.Prova che sei sulla strada giusta.Ora ci attendiamo una levata di scudi da Boldrini in giù”.Solidarietà arrivata anche da parte del pd, e nello specifico il Presidente del Pd Matteo Orfini ha postato su Twitter un messaggio nel quale si legge che questa prima pagina del quotidiano Libero fa semplicemente schifo, mostrando vicinanza alla Sindaca Raggi per lo spiacevole accaduto. “Piena solidarietà alla sindaca @virginiaraggi per la volgarità sessista del quotidiano #Libero. Questo è giornalismo spazzatura“, ha twittato Laura Boldrini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.