Basauzzo, 63enne accoltella il marito davanti gli occhi del figlio

Un omicidio è avvenuto nella giornata di ieri a Basauzzo, in provincia di Alessandria dove una donna ha ucciso il marito a coltellate. Ebbene si, una donna di 63 anni, originaria del Mozambico, ha ucciso il marito di 69 anni a coltellate, con l’utilizzo di una lama stretta e lunga ben 20 centimetri; l’uomo sarebbe stato ferito alle spalle, al viso, al torace ed è morto poco dopo in seguito alle gravi ferite riportate.

Stando alla prima ricostruzione effettuata dalle forze dell’ordine, sembra che la coppia si fosse separata da circa un anno, ma viveva ancora sotto lo stesso tetto per via di alcune difficoltà economiche, insieme al figlio di 24 anni il quale avrebbe assistito all’omicidio, cercando di bloccare la mamma senza però riuscirci. La donna, una 63enne, è stata fermata dai carabinieri i quali sono intervenuti in seguito ad una segnalazione da parte di una vicina che aveva sentito le urla disperate dell’uomo e del figlio che tentava in tutti i modi di fermare la furia della madre.

La donna sarebbe stata fermata dalle forze dell’ordine, mentre tentava di scappare proprio davanti la porta di casa; poi entrati all’interno dell’appartamento dove è avvenuto il delitto, le forze dell’ordine hanno ritrovato all’interno della borsa l’arma ancora insanguinata che la stessa avrebbe utilizzato per uccidere il marito. Dopo essere stata fermata e accompagnata nella caserma dei carabinieri di Novi Ligure, in provincia di Alessandria la donna avrebbe confessato l’omicidio e agli inquirenti avrebbe detto: “Sono stata io, ho ucciso mio marito”, spiegando anche che il loro rapporto da tempo era minato da continui litigi ed incomprensioni.

Sembra, inoltre, essere  emersa, una denuncia presentata nel 2010 dalla donna, il quale aveva denunciato il marito appunto, per maltrattamenti. Come abbiamo già anticipato, con la coppia viveva il figlio di 24 anni che ha assistito all’omicidio del padre non riuscendo a fermare la furia omicida della madre. La vicenda è avvenuta a Basaluzzo, in provincia di Alessandria, dove viveva la donna insieme al marito e al figlio di soli 24 anni. Adesso la donna si trova in carcere e dovrà rispondere di omicidio colposo.

Secondo quanto è emerso, sembra che da tempo i due non andassero d’accordo e la donna pare che per un po’ di tempo si sia allontanata da casa andando ad abitare in un altro appartamento, poi per motivi legati a difficoltà economiche sarebbe dovuta tornare a casa insieme al marito, alimentando la loro situazione particolarmente difficile. Così, dopo diversi liti nate e scoppiate per qualsiasi motivo, la donna nella giornata di ieri ha dato sfogo all’istinto omicida, colpendo il marito con una lama lunga ben 20 centimetri, colpendolo e ferendolo in diverse parti del corpo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.