Benzina e diesel in rialzo: stangata per gli italiani in vista del ponte del 1 novembre

E’ in arrivo una nuova stangata per italiani e questa volta interesserà la benzina, il cui costo sarà soggetto ad una rincaro. Quello che si sta per avvicinare non sarà un ponte semplice per gli italiani visto che sulle loro tasche potrebbe abbattersi, come già abbiamo detto, una vera e propria stangata. La denuncia è arrivata dal Codacons secondo cui è in arrivo un’ impennata dei prezzi riguardanti la benzina che dovrebbero toccare 1, €652 fino ad un massimo di 1,741 al litro per la benzina. Per quanto riguarda il diesel, invece, sarebbero in arrivo delle buone notizie visto che i prezzi potrebbero oscillare da un minimo di 1,513 ore a 1, €312 al litro.

Ovviamente in seguito a questa notizia sembra essere scoppiata una vera e propria protesta del Codacons che nella giornata di ieri ha diffuso un comunicato nel quale si legge: “Rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, un pieno di benzina costa oggi 4,35 in più, mentre per il diesel occorre mettere in conto una maggiore spesa di +7,5 euro a pieno. Considerato il numero di italiani in viaggio durante il ponte di Ognissanti gli automobilisti dovranno affrontare nei prossimi giorni una stangata complessiva da oltre 80 milioni di euro solo per i rincari dei listini di benzina e gasolio“.

Secondo quanto riferito, il prezzo medio Nazionale praticato in modalità Self della benzina è pari a 1, €523 al litro con i diversi marchi che variano da 1,516 a 1,546 euro. Il prezzo medio praticato da diesel è pari a 1, €381 con le compagnie che partono da 1,376 a 1, €400. In base alle notizie trapelate quello che si appresta  ad arrivare  non sarà un ponte low cost per coloro che sceglieranno di spostarsi e andare un po’ in giro per l’Italia, perché il rincaro sul carburante inciderà parecchio sulle tasche di coloro che intenderanno viaggiare.

“In un solo mese la benzina ha subito un ritocco alla pompa del +5,5%, mentre nello stesso periodo i prezzi del gasolio si sono impennati del +7%. Incrementi che avranno effetti diretti sugli italiani che decideranno di spostarsi in auto in occasione del ponte dell’1 novembre”, ha aggiunto il Codacons.

In modalità servito, i rincari pare colpiranno il prezzo del diesel e lo faranno salire Come già abbiamo riferito in media su 1, 513 euro al litro con oscillazioni praticate da 1,484 a 1,612. Pare che il rialzo dei prezzi della benzina e del diesel siano stati determinati da un rialzo del prezzo del petrolio che continua ad avanzare senza alcun segno di cedimento. “Gli automobilisti dovranno affrontare nei prossimi giorni una stangata complessiva da oltre 80 milioni di euro solo per i rincari dei listini di benzina e gasolio”, conclude il Codacons.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.