Brescia, bambina di un anno azzannata e uccisa da due pitbull: ferito anche il nonno

Ancora una volta una bambina molto piccola è morta dopo essere stata assalita e azzannata dal cane, anzi da due cani. Un vero dramma quello accaduto nella giornata di ieri a Flero, in provincia di Brescia, dove una bambina di un anno è morta dopo essere stata azzannata da due cani, ovvero due pitbull che non le hanno lasciato alcun scampo.

La piccola era sola in casa con il nonno, ma improvvisamente pare sia uscita in giardino per poter giocare con i cani, quando i pitbull l’hanno aggredita, uccidendola. Una vera tragedia, dunque, ha sconvolto la cittadina di Flero, in provincia di Brescia, dove la piccola Victoria di soli un anno è morta in modo davvero assurdo. Il nonno, avendo capito cosa stava capitando alla sua piccola nipotina in giardino, si è precipitato in suo soccorso, ma ogni tentativo di salvarla dalle grinfie dei due cani è stato vano, piuttosto è rimasto ferito dai morsi, mentre tentava di togliere la piccola Victoria dalle grinfie dei due pitbull.

La bambina sembra sia deceduta in seguito alle ferite riportate alla testa; la piccola Victoria si trovava in casa con il nonno, mentre la mamma di soli 22 anni di origine bresciana non si trovava in casa ed il padre di origini albanese lavora all’estero e nello specifico in Germania dove si è trasferito dopo aver perso il lavoro nel nostro paese. Subito dopo essere accaduta la tragedia, sul luogo e dunque nella villetta della famiglia sita in via XX settembre, una zona residenziale del paese, sono intervenuti i carabinieri che si sono trovati costretti ad uccidere i due cani molto aggressivi che non permettevano l’ingresso dei militari all’interno della villetta.

Subito dopo pare sia arrivata la mamma che avendo capito cosa fosse accaduto alla sua piccola, ha cominciato ad urlare così tanto da richiamare l’attenzione di tutti i vicini, che avevano comunque già capito che qualcosa di grave era accaduto, anche per l’arrivo di diverse ambulanze che hanno soccorso la bambina e il nonno trasportandoli in ospedale; nello specifico il nonno è stato ricoverato, medicato ma i medici non hanno ritenuto le sue condizioni particolarmente gravi, e non sembra essere in pericolo di vita, mentre purtroppo per la piccola non ci sarebbe stato più nulla da fare.

Ricoverata in ospedale anche la 22enne mamma della bambina che si è sentita male dopo aver ricevuto la notizia della morte della figlia. Sentiti alcuni vicini di casa della famiglia, questi hanno dichiarato che soltanto il padre della bambina sapeva gestire i due cani che pare abbiano già aggredito altre persone in passato. Ancora non si è capito cosa abbia scattato il raptus degli animali, e per cercare di fare maggior luce sull’accaduto, la Procura di Brescia ha aperto un’inchiesta per omicidio con il sostituto procuratore Roberta Panico che sta vagliando la posizione del nonno della bambina che potrebbe essere accusato di omessa custodia della minore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.