Brucia ancora Roma, fiamme sulla Triburtina: evacuato stabilimento Mercedes

Grave incendio si è verificato nella notte tra lunedì e martedì nel campo nomadi di via Salone a Roma, e pare che ad andare a fuoco siano andati alcuni pneumatici. Una nube di fumo pare sia saltata in cielo, tanto che i residenti sono stati svegliati nel cuore della notte dal forte odore di bruciato e sul posto sono dovuti intervenire due autobotti dei vigili del fuoco.

Tanta la rabbia dei residenti, i quali lamentano il fatto che nella zona quasi ogni giorno si verifica un incendio e che la situazione sta diventando davvero insostenibile. Continua, dunque, l’emergenza incendi a Roma, e dopo i roghi delle scorse settimane nella giornata di oggi di alcuni fiamme si sono rialzate sulla via Triburtina per via di un grosso incendio divampato nei pressi di uno stabilimento della Mercedes.

Al momento sono ancora poco chiare le cause dell’incendio che dovranno essere chiarite nelle prossime ore è stato segnalato che il fumo ha invaso praticamente tutta la zona limitrofa arrivando fino al Grande Raccordo Anulare, e proprio per questo motivo la fabbrica è stata evacuata per precauzione. All’interno della fabbrica erano presentati circa 700 persone, le quali sono state fatte allontanare mentre i residenti hanno abbandonato spontaneamente le proprie abitazioni in preda al panico; sul luogo dell’incidente sono intervenuti dapprima i vigili del fuoco, che hanno tentato di riportare la situazione alla normalità e dunque di spegnere le fiamme e poi nel giro di pochi minuti, si sono riversati anche diverse pattuglie di polizia e carabinieri.

L’ipotesi al momento è quella di centinaia di altri episodi avvenuti dall’inizio di giugno, ovvero che si tratta di atti dolosi favoriti dalle alte temperature, dalla siccità e dal vento; i vigili del fuoco hanno dovuto lavorare parecchio e per diverse ore per spegnere le fiamme e per impedire che queste si potessero avvicinare ad alcuni palazzi. Sempre nella giornata di ieri, hanno bruciato anche interi di territorio comprese fra Castel di Guido e Via Aurelia fino al confine con il comune di Fiumicino ed anche in questo caso sono intervenuti i volontari della Protezione Civile che hanno circoscritto le fiamme prima che queste potessero raggiungere alcune case nelle campagne circostanti.

Sempre nella giornata di ieri, anche la zona di Ostia ha bruciato e questa volta la pineta delle Acque Rosse, dove le fiamme hanno interessato il lato di via delle Azzorre davanti la scuola elementare, dove lo scorso giovedì l’area verde della riserva naturale del litorale romano aveva bruciato ancora. Infine, un doppio incendio si è verificato sulla via Pontina dove le fiamme sono divampate sul lato dello spartitraffico per coinvolgere poi i campi adiacenti; nello specifico, il primo incendio si è verificato nella mattinata di ieri intorno alle ore 9:00, causando parecchi disagi in direzione di Latina mentre l’altro è divampato alle ore 14:15, causando traffico e code a causa del fumo in entrambi le direzioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.