Caffè: 4-5 tazzine al giorno riducono la mortalità cardiovascolare

Quattro o cinque tazzine di caffè al giorno riducono la mortalità cardiovascolare. Il caffè farebbe bene indipendentemente dalla caffeina. È il messaggio che arriva dalle XXIX Giornate Cardiologiche Torinesi “Advances in Cardiac Arrhythmias and Great Innovation in cardiology”, appuntamento che vede riuniti esperti italiani e internazionali per parlare della salute del cuore. Anche 4 o 5 tazzine di decaffeinato al giorno potrebbero ridurre la mortalità per problemi di cuore a lungo termine.

Il lavoro di metanalisi condotto negli Stati Uniti rileva che anche la mortalità per tumore viene significativamente ridotta. “Il chicco di caffè è la sostanza con più antiossidanti esistente in natura”.

Lo studio. Per giungere a queste conclusioni, Massa spiega di aver preso in considerazione i dati riguardanti oltre 10.000 individui: l’analisi dimostrerebbe che l’assunzione di caffè sul lungo periodo avrebbe effetti positivi sull’umore, riducendo l’ansia, e sulla salute, migliorando la qualità del sonno e riducendo la pressione, aspetti questi che risultano peggiori nei soggetti che non bevono caffè.

In più, le ultime ricerche sostengono, oltre al caffè, anche il cioccolato riduce la mortalità cardiovascolare, ma affinché sia veramente salutare, però, non deve contenere ingredienti aggiunti e deve essere fondente all’85-89%. ” “Uno studio francese – spiega Marra – che ha analizzato oltre 200mila persone, su un periodo di 8-10 anni, riferisce dati positivi sulla mortalità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.