California, sparatoria in una scuola elementare a San Bernardino: killer uccide maestra e poi si toglie la vita

0

Terrore a San Bernardino in California dove nella giornata di ieri si è verificato un lì in classe a colpi d’arma da fuoco in una scuola elementare. Il blitz sembra essere avvenuto intorno alle ore 10:30 del mattino locali corrispondenti alle ore 19:30 in Italia, quando un uomo con una bandana nera in testa ha fatto irruzione nell’aula dove si teneva la lezione uccidendo a colpi d’arma da fuoco una docenza e poi secondo quanto riferito dalla polizia di ferie poi tolto la vita.

Purtroppo nel freezer sono rimasti feriti anche due scolari i quali si trovano adesso ricoverati in ospedale in condizioni piuttosto gravi. Non si tratterebbe di terrorismo il proprio tal riguardo la Cristina ha precisato subito che l’ipotesi è quella di omicidio suicidio molto probabilmente innescato da una lite domestica. “Riteniamo si tratti di suicidio-omicidio”, ha rassicurato il capo della polizia, Jarrod Burguan, smorzando subito i timori di un attacco terroristico.

Come abbiamo anticipato, nella sparatoria sarebbero rimasti feriti anche due bambini, uno di loro pare versi in condizioni piuttosto critiche, ma secondo quanto riferito dagli agenti, sembra che nell’obiettivo dell’uomo non vi erano i bambini.a. I due alunni colpiti dall’uomo non erano però degli obbiettivi scelti, si trovavano casualmente accanto alla maestra quando il killer ha aperto il fuoco. “Sono morti due adulti e due alunni feriti sono stati trasportati in ospedale”, ha dichiarato il capo della polizia Jarrod Burguan. “L’insegnante conosceva l’autore della sparatoria”, ha affermato la portavoce della struttura Maria Garcia. Si tratterebbe di una “lite domestica” che ha avuto un tragico epilogo. “Tutti gli studenti sono ora al sicuro “, ha aggiunto Garcia. La struttura è frequentata, in tutto, da 600 alunni. Intervenuto sulla questione, anche il capo della polizia Jarrod Burguan il quale in un tweet ha spiegato: “Crediamo che si tratti di omicidio-suicidio. E’ avvenuto in classe. Due scolari sono stati trasportati in ospedale”.

La triste vicenda è avvenuta nella scuola North Park Elementary, la quale è rimasta a lungo isolata dalle forze dell’ordine, almeno fino a che non è stata accertata la morte del killer; intervenute immediatamente le forze dell’ordine, questi hanno provveduto a trasferire in un luogo vicino, ovvero alla Cajon Hight School, gli scolari.Adesso si indaga per capire cosa legava l’uomo alla maestra uccisa.

Secondo le prime ricostruzioni dei media americani lo sparatore sarebbe entrato in classe con il volto coperto con una bandana nera e avrebbe aperto il fuoco. Purtroppo è tornata la paura a San Bernardino, dopo l’attacco del 2015 quando Tashfeen Malik e Sye Farook hanno ucciso ben 4 persone ferendone altre 21, in un atto che Barack all’epoca aveva definito di terrorismo, infatti l’Isis aveva rivendicato la strage.

Rispondi o Commenta