Cannizzaro shock, neo papà aggredisce infermiera a colpi di passeggino e le provoca fratture e escoriazioni: arrestato

Cannizzaro shock, neo papà aggredisce infermiera a colpi di passeggino e le provoca fratture e escoriazioni: arrestatoSta lasciando senza parole davvero moltissime persone quanto accaduto nello specifico presso l’Ospedale Cannizzaro di Catania, in Sicilia, dove un neo papà ha aggredito l’infermiera del reparto di ostetricia con un passeggino. Stando a quanto emerso dalle prime indiscrezioni sull’incredibile vicenda sembra proprio che il giovane uomo, un ragazzo di appena 27 anni diventato papà da pochi giorni, si sia recato presso il reparto di ostetricia dell’Ospedale Cannizzaro, nel giorno delle dimissioni della moglie, con un passeggino con il quale avrebbe voluto accedere al reparto sopra citato. L’infermiera però sembrerebbe averlo bloccato sottolineando più volte che non era possibile accedere al reparto con il passeggino in quanto vietato dal regolamento della struttura sanitaria ma l’uomo non sembrerebbe aver dato ascolto alla donna e così invece di accettare l’idea che non potesse accedere al reparto con il passeggino ha pensato bene di utilizzare la carrozzina della neonata per aggredire l’infermiera.

Per fortuna però i colleghi della donna hanno avuto modo di assistere alla sconvolgente vicenda e hanno quindi potuto soccorrere la collega e avvisare subito le forze dell’ordine e proprio un agente in servizio al pronto soccorso dell’ospedale in questione, intervenuto con tempestività, è riuscito a bloccare il 27enne successivamente accompagnato in Questura dove in seguito al suo arrivo è stato dichiarato in arresto e trattenuto in camera di sicurezza in attesa del processo per direttissima che sarà celebrato proprio oggi. Le ultime indiscrezioni trapelate sulla vicenda rivelano che l’infermiera a causa dell’aggressione con il passeggino da parte del 27enne ha riportato una frattura a un polso e diverse escoriazioni, giudicate guaribili in 30 giorni.

Parole dure e di rabbia sono state quelle espresse dal presidente dell’Ordine dei medici di Catania, Massimo Buscema il quale in merito all’aggressione avvenuta nella mattina di ieri nel reparto di ginecologia dell’Ospedale Cannizzaro di Catania ha nello specifico affermato “Tutto questo sta diventando una situazione davvero ignobile. Siamo davanti ad una società che si sta imbarbarendo ogni giorno di più, non c’è più il minimo rispetto per chi svolge correttamente questa professione”.

Massimo Buscema ha inoltre dichiarato “Noi medici dobbiamo sempre essere vicini alle esigenze di ogni singolo paziente. La gente deve capire che i medici fanno semplicemente il loro dovere e soprattutto devono poter lavorare in un ambiente sereno e non in un ‘ring da pugilato’”. Ma oltre al presidente dell’Ordine dei medici di Catania ecco che anche Calogero Coniglio e Salvatore Intravaia sono intervenuti sulla vicenda esprimendo massima solidarietà e vicinanza alla collega per quanto accaduto e sottolineando inoltre di condannare con fermezza la brutale aggressione. Il segretario territoriale e componetene della segreteria Fsi-Usae Federazione Sindacati Indipendenti hanno inoltre espresso vicinanza alla caposala e hanno concluso dichiarando “Questo è un gravissimo caso di inciviltà”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.