Canone Rai, ecco come compilare la dichiarazione per non pagarlo

Canone Rai, tempo fino al 31 gennaio per chiedere l'esonero e per pagare in unica soluzione con modello F24Si torna a parlare di Canone Rai che anche per il 2017 così come per il 2016 andrà pagato con addebito sulla bolletta della luce. Per il nuovo anno il canone Rai sarà meno caro rispetto allo scorso anno, e dunque si passerà dai 100 euro ai 90 euro entro martedì. Scadrà il prossimo 31 gennaio il termine entro cui presentare la dichiarazione di non detenzione dell’apparecchio televisivo per il 2017 ed ancora sarà l’ultimo giorno per pagare il canone con modello F24 se non si è intestatari di un’utenza della luce ma si possiede la tv. Secondo quanto riferito da Mina Busi di Adiconsum Bergamo, sembra che per non pagare il canone chi non possiede tv deve compilare il modello di dichiarazione sostitutiva pubblicato sul sito dell’Agenzia delle entrate al quadro A ed inviare il modulo entro il 31 gennaio 2017; nel caso in ci si presenti la dichiarazione dopo il 31 gennaio ovvero dal 1° febbraio al 30 giugno 2017, l’esonero sarà valido soltanto per il secondo semestre dell’anno.

“La normativa presume infatti il possesso di un apparecchio televisivo da parte di ciascun titolare di un’utenza per la fornitura di energia elettrica di tipo residenziale. Nel caso in cui ad uno stesso codice fiscale ) risultino associate più forniture, l’addebito avviene su una sola utenza, poiché il canone è dovuto una sola volta in relazione a tutti gli apparecchi televisivi detenuti, nei luoghi adibiti a propria residenza o dimora, dallo stesso soggetto e dai soggetti appartenenti alla stessa famiglia anagrafica”, ha dichiarato Mina Busi. Dunque gli intestatari di un’utenza residenziale che non detengono alcun apparecchio televisivo dovranno compilare il quadro A del modello di dichiarazione sostitutiva pubblicato sul sito dell’Agenzia delle entrate ed inviare il modulo entro il 31 gennaio. La dichiarazione va inviata per via telematica all’Agenzia delle entrate utilizzano le credenziali di accesso al servizio di assistenza Fisconline oppure attraverso i soggetti abilitati come i Centri di assistenza fiscale (CAF) e i professionisti oppure via posta con plico raccomandato senza busta all’indirizzo: Agenzia delle Entrate, Ufficio di Torino 1, S.A.T. – Sportello Abbonamenti TV – Casella Postale 22 – 10121 Torino.

Il pagamento del canone Rai avverrà per tutti con addebito sulla bolletta della luce, in nove rate da 10 euro ma si potrà pagare anche in un unica soluzione utilizzando il modello F24 entro il 31 gennaio. Saranno esenti dal pagamento del canone Rai tutti i soggetti over 75enni che hanno un reddito familiare non superiore a 516 euro mensili, purché non siano presenti altri familiari con reddito e precise categorie di lavoratori tra cui: agenti diplomatici; funzionari e impiegati consolari; funzionari di organizzazioni internazionali; militari non italiani o personale civile non residente in Italia, di cittadinanza straniera, appartenente alle Forze Nato e di stanza in Italia, e chi non possiede alcuna tv, ovvero alcun apparecchio “atto o adattabile alla ricezione dei canali Rai”.

Il canone Rai può essere pagato in una, in due o in quattro rate, con scadenze il 31 gennaio nel primo caso, il 31 gennaio e 31 luglio nel secondo caso e il 30 aprile, 31 luglio, 31 ottobre nel terzo caso.

Scade il 31 gennaio il termine entro cui presentare la dichiarazione di non detenzione dell’apparecchio televisivo per il 2017. La dichiarazione va inviata per via telematica all’Agenzia delle entrate utilizzano le credenziali di accesso al servizio di assistenza Fisconline oppure attraverso i soggetti abilitati come i Centri di assistenza fiscale (CAF) e i professionisti oppure via posta con plico raccomandato senza busta all’indirizzo: Agenzia delle Entrate, Ufficio di Torino 1, S.A.T. – Sportello Abbonamenti TV – Casella Postale 22 – 10121 Torino. Ricordiamo che, a partire da luglio 2016, l’importo del canone Rai viene rateizzato nella bolletta elettrica.

Tuttavia la presentazione della dichiarazione sostitutiva potrebbe non evitare alle famiglie l’addebito delle rate di gennaio e febbraio del canone Rai, pari a 9 euro al mese.

Sei tra coloro che devono utilizzare il modello F24 per pagare il canone della tv 2017? Dopodiché sarà l’Agenzia delle Entrate a comunicare alle imprese elettriche l’eventuale accredito da effettuare a titolo di rimborso.

Per non pagare il canone – avvisa Mina Busi, di Adiconsum Bergamo -, chi non possiede tv deve compilare il modello di dichiarazione sostitutiva pubblicato sul sito dell’Agenzia delle Entrate, al quadro A, e inviare il modulo entro il 31 gennaio 2017“.

– quando nessun componente della famiglia anagrafica tenuta al versamento del canone sia titolare di contratto elettrico di tipo domestico residenziale; – per il pagamento del canone da parte di cittadini per i quali la fornitura di energia elettrica avviene nell’ambito delle reti non interconnesse con la rete di trasmissione nazionale (si tratta delle reti delle isole Ustica, Levanzo, Favignana, Marettimo, Lipari, Lampedusa, Linosa, Ponza, Giglio, Capri, Pantelleria, Stromboli, Panarea, Vulcano, Salina, Alicudi, Filicudi, Capraia, Ventotene e Tremiti).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.