Castellammare, medico fermato con 50 chili di droga nel cofano: arrestato, tradito dall’odore

E’ finito in manette nella giornata di ieri un medico 51enne accusato di essere un corriere della droga. Il medico è stato arrestato nella giornata di ieri con cinquanta chili di roba nell’automobile, è questo quanto accaduto a Castellammare di Stabia in provincia di Napoli; il 51enne pare sia stato tradito dall’odore piuttosto pungente e penetrante della grande quantità di marijuana che l’uomo trasportava nel bagagliaio della sua vettura. I militari del Gruppo Pronto impiego hanno scoperto la droga dopo avere fermato per un controllo l’uomo che viaggiava a bordo della sua vettura ed una volta fermato i miliari non hanno potuto far altro che insospettirsi, a causa del forte odore proveniente dal cofano dell’auto e così perquisita l’auto sono tanti trovati due borsoni contenenti 31 kg di marijuana, del tipo amnesia ed ancora 20 kg di hashish, confezionati in buste di plastica ovvero quelle utilizzate per conservare i generi alimentari, al fine di rendere più difficile i controlli ed ostacolare il fiuto di cani antidroga.

Inoltre i carabinieri hanno trovato la somma contante di 18.880 euro provento della pregressa attività di spaccio, materiale per il confezionamento ed un’agenda contenente appunti relativi ai conti delle cessioni effettuate. Secondo quanto riferito dagli inquirenti, la droga sequestrata al medico avrebbe potuto fruttare circa un milione di euro. Il medico 51enne, originario di Castellammare di Stabia, è stato arrestato e trasferito presso la casa circondariale di Poggioreale a Napoli; adesso il medico è accusato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e rischia fino a 20 anni reclusione. Il medico fermato è un 52enne nato a Castellammare di Stabia e residente a Castel Volturno, adesso recluso nel carcere di Poggioreale con l’accusa di detenzione di sostanze stupefacenti. Si tratta di un insospettabile professionista accusato di essere un corriere della droga e la notizia diffusa nella giornata di ieri ha sconvolto i tanti amici, parenti e collegi che lo hanno conosciuto in un’altra veste e che mai e poi mai avrebbero immaginato che dietro potesse esserci uno spacciatore di droga.

 “Il servizio odierno, che ha inflitto un ulteriore colpo al traffico di droga destinato a rifornire il fiorente mercato napoletano, testimonia il costante presidio esercitato dalla guardia di finanza di Napoli sul territorio a salvaguardia delle leggi ed a contrasto di un fenomeno connotato da forte pericolosità sociale”, è questo quanto si legge in una nota della guardia di finanza. Secondo il Tenente Colonnello Pipola, è probabile che un’”auto civetta”, complice del 51enne, non abbia svolto bene il suo lavoro avvertendo il medico della presenza del posto di blocco. Si presume che l’auto, proveniente da Nord fosse destinata a qualche piazza di spaccio a Napoli.

Le indagini continuano per capire a quale mercato fosse destinata la droga e soprattutto da chi veniva comprata o solo custodita.

All’apertura dello stesso sono stati rinvenuti, racchiusi in due distinti borsoni, circa 31 kg di marijuana – tipo “amnesia” – ed oltre 20 kg. di hashish, quest’ultimi confezionati all’interno di buste di plastica – tipo “sottovuoto” – normalmente adoperate per la conservazione di generi alimentari e presumibilmente utilizzate allo scopo di ostacolare il fiuto dei cani anti-droga.

Cinquanta chilogrammi di droga – tra hashish e marijuana – per un valore totale di 1 milione di euro sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.