Colazione, un’abitudine da non sottovalutare: “Riduce possibilità di malattie cardiovascolari”

La prima colazione è davvero importante e su questo non ci sono dubbi. Da sempre i medici hanno sottolineato gli effetti benefici della prima colazione, la quale risulta importante perchè aiuta a prevenire problemi cardiovascolari. E’ questo quanto dichiarato nelle ultime settimane da uno studio elaborato dall’American Heart Association che ha evidenziato come una percentuale tra il 20% ed il 30% degli americani adulti salti proprio il primo pasto della giornata e sia per questo motivo a rischio e pericolo. La colazione fa bene al cuore e proprio per questo motivo è considerata di vitale importanza per la propria salute; gli esperti sono concordi nel dichiarare che è importante fare un pasto più calorico nelle prime ore della giornata rispetto alla sera in quanto avrebbe un effetto nella prevenzione del diabete e delle malattie cardiovascolari. Fare colazione regolarmente con un pasto nutriente, spiega l’associazione dei cardiologi, regolarizza i livelli di colesterolo “cattivo” nel sangue e migliora la pressione, importanti fattori di rischio per l’insorgere di patologie cardiache.

La ricerca in questione, sostanzialmente non fa altro che mettere in luce il legame esistente tra obesità e diabete con la cattiva abitudine di assaltare la colazione, una prassi del 20-30% degli americani adulti; nello specifico sembra che ad esaltare i benefici della colazione sia stata la dottoressa Marie-Pierre St.Onge della Columbia University di New York, la quale ha dichiarato come sia importante per la salute del cuore programmare i pasti dando loro una regolarità, anche agli spuntini. “Il consiglio è di mangiare consapevolmente, prestando attenzione sia a ciò che si mangia sia a quando lo si fa”, ha dichiarato la dottoressa Marie-Pierre St-Onge della Columbia University di New York. Solitamente, secondo quanto riferito dagli esperti, le persone che saltano la colazione tendono a consumare più snack dolci, bibite gassate e patatine, ovvero quello che solitamente viene definito cibo spazzatura, nell’arco della giornata.

Assumere più calorie nella prima parte della giornata è sicuramente un passo in più per allontanare malattie come il diabete e quelle cardiovascolari. Gli esperti, inoltre, sono concordi nel dichiarare che è consigliabile mangiare entro le ore 10 del mattino ed entro mezz’ora dal risveglio, ed ancora è consigliabile mangiare frutta, verdura, cereali integrali, latticini a basso contenuto di grassi, pollame e pesce, mentre è meglio limitare carne rossa, il sale e gli alimenti ad alto contenuto di zuccheri aggiunti. Ritornando alla colazione, dunque, cominciare con un buon pasto aiuta a combattere quei valori che se troppi alti potrebbero essere causa di malattie cardiache; secondo i cardiologi anche alcune malattie specifiche come il diabete ad esempio, sarebbero collegate all’abitudine di non fare colazione. Riuscire a programmare i classici tre pasti al giorno (colazione, pranzo e cena) risulta dunque fondamentale per la nostra salute, così come evitare gli spuntini notturni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.