Cosenza, incendio in un appartamento nel centro storico: 3 i morti accertati

Un terribile incendio si è verificato nella giornata di ieri in un appartamento sito in uno stabile di corso Telesio a Cosenza, proprio nel centro storico della città. Il bilancio purtroppo è molto grave e si tratterebbe di 3 persone morte, notizia confermata dai vigili del fuoco dopo aver ispezionato i locali una volta spente le fiamme.

Le vittime sono due uomini e una donna che non sono stati ancora identificati ufficialmente, ma si tratterebbe delle 3 persone che abitavano all’interno dell’appartamento ovvero due fratelli e la fidanzata di uno di loro. Secondo quanto riferito, l’incendio sembra sia divampato nel pomeriggio di ieri e immediatamente si è diffuso il timore che potessero esserci delle vittime, in effetti questi timori sono poi diventati realtà subito dopo l’intervento dei vigili del fuoco.

L’incendio è divampato al terzo piano di un vecchio stabile in corso Telesio nel centro storico di Cosenza e i corpi sono stati ritrovati dei vigili del fuoco che nella prima serata di ieri sera sono riusciti ad ispezionare i locali dopo essere stati impegnati parecchie ore per spegnere le fiamme e con molte cautele per evitare crolli.

Come abbiamo detto, le tre vittime non sono state ancora ufficialmente identificate ma si tratterebbe di due uomini e di una donna. L’incendio nello specifico pare sia scoppiato nel tardo pomeriggio di ieri, in maniera piuttosto violenta forse per via di una fuga di gas proveniente da una bombola, ma ovviamente sulle cause del rogo bisognerà lavorarci e attendere gli accertamenti dei vigili del fuoco che hanno lavorato per tutta la sera e la notte. Nello specifico, pare siano intervenuti quattro mezzi dei vigili del fuoco e una quindicina di uomini che hanno dovuto lavorare davvero per diverse ore per poter spegnere le fiamme, poi è stata avviata l’Opera di raffreddamento dello stabile al fine di evitare il propagarsi del rovo e soltanto al termine di questa operazione è iniziata l’ispezione da parte dei vigili che ha concretizzato il sospetto che si era diffuso inizialmente allo scoppio dell’incendio, ovvero il fatto che all’interno dell’appartamento in questione ci potessero essere delle vittime.

Qualora dovesse venire confermata l’ identità delle vittime, si tratterebbe  di persone note alle forze dell’ordine perché in passato poste a trattamenti sanitari obbligatori e dunque anche la polizia e carabinieri in diverse occasioni erano intervenuti per liti e risse provocate dall’alcol. Sono ancora da accertare le cause scatenanti il rogo; intanto, intervenute le forze dell’ordine nel corso della prima serata di ieri, hanno chiuso al traffico la zona cittadina.  “Avevano problemi di disabilità mentale e sono stati abbandonati a se stessi”, lamentano alcuni cittadini che osservano da lontano la nube che avvolge il corso del centro storico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.