Ragazza di 17 anni aggredita a martellate dopo una serata in discoteca

Una ragazza di 17 anni di Fucecchio pare sia stata ritrovata in gravi condizioni nel parco dell’ambrogiana a Montelupo Fiorentino e secondo quanto riferito pare sia stata ritrovata a terra in una pozza di sangue con delle ferite alla testa. Ritrovata la giovane, è stata immediatamente trasportata all’ospedale San Giuseppe di Empoli dove pare stia rispondendo alle cure del caso. Secondo quanto emerso da  un primo rilievo della polizia scientifica, la giovane ragazza sarebbe stata aggredita e trascinata ed a dimostrazione di quanto appena detto, sarebbero state trovate delle macchie di sangue è lungo il parco.

La 17enne pare avesse trascorso la serata in compagnia degli amici in una discoteca della zona il Camp Rock dove tra l’altro nel corso della serata sarebbe avvenuta una lite che ha portato la giovane ragazza ad allontanarsi. Subito dopo gli amici pare abbiano cominciato a cercarla fuori dalla discoteca, ma non trovandola da nessuna parte hanno pensato che le potesse essere successo qualcosa e per questo motivo si sono rivolti al commissariato di polizia.

Da quel momento sarebbero partite le ricerche e poi intorno alle ore 7:00 del mattino è arrivata la segnalazione di un passante il quale ha notato la diciassettenne a terra vicino ad una panchina del parco in questione che si trova tra il fiume Pesa e l’Arno ed è attiguo all’ex Oph, ovvero l’ospedale psichiatrico giudiziario.  Al momento non è chiaro cosa sia realmente accaduto e chi abbia ferito e trascinato la ragazza fino al parco e per questo motivo  al vaglio ci sono le immagini di videosorveglianza.  Fortunatamente l’aria in questione è ben dotata di rete di telecamere installate dal comune in questi anni e che sono collegate direttamente con il comando di polizia municipale, però sembra che il punto esatto dove è stata rinvenuta la giovane donna non è coperto dalle riprese.

Intanto la ragazza che è stata ricoverata presso il San Giuseppe di Empoli e non a Careggi, sarebbe in grado di parlare e Dunque sarebbe cosciente;  da quanto emerso la 17enne avrebbe riportato un trauma cranico ed una ferita alla testa. Non si esclude che la diciassettenne possa essere stata aggredita in strada, proprio in quella strada che poi conduce al parco e poi in un secondo momento sia stata trascinata nel luogo dove poi è stata ritrovata la mattina seguente dal passante.

Come avevamo riferito, non sono ancora noti i motivi di questa aggressione ciò che si sa è che nei giorni scorsi la diciassettenne era stata lasciata dal fidanzato e questo è tra gli elementi che al momento sono valutati da investigatori. Inoltre, sempre nella giornata di ieri sembra essere emerso un altro elemento di grande importanza, ovvero il fatto che  un testimone avrebbe raccontato di avere sentito un urlo e quando si è affacciato dalla finestra, di aver visto una donna a terra con accanto un uomo.

Quel che resta da capire, ora, è il motivo della violenta aggressione. Perché un testimone c’è e potrebbe aver visto in volto l’aggressore. Gli inquirenti stanno vagliando con grande attenzione la sua deposizione. E sarebbe stato ritrovato pure un martello insanguinato, che potrebbe essere l’oggetto con il quale, molto presumibilmente, è stata colpita dal suo aggressore. Manca solo la borsetta con gli effetti personali e il cellulare, che risulterebbe spento. Dunque per completare il film del dramma di Firenze, dove una diciassettenne di Fucecchio è stata trovata ferita in un parco di Monte- lupo Fiorentino, manca il fotogramma che fissa il motivo scatenante, il frame in cui si scatena la violenza.

Di sicuro, al momento, c’è che la ragazza aveva passato la serata in discoteca. A trovarla è stata una passante, alle 7 di mattina, mentre gli amici con cui aveva trascorso la serata la stavano cercando perché non avevano più notizie di lei. Il parco dell’Ambrogiana attiguo all’ex ospedale psichiatrico giudiziario e abituale ritrovo di giovani. Nei giorni scorsi la ragazza era stata lasciata dal fidanzato e questo è tra gli elementi valutati dagli investigatori.

Secondo i primi rilievi la diciassettenne potrebbe essere stata aggredita lungo una strada che porta al parco, vicino all’area verde, e poi trascinata dove è stata trovata. Sul terreno sono state trovate macchie di sangue che farebbero pensare ad un trascinamento. Circostanza che potrebbe essere confermata anche dalle abrasioni che sarebbero state riscontrate sui talloni dellagiovane. La ragazza non presenta segni che facciano ipotizzare una violenza sessuale.

La testa di un martello vicino al luogo in cui la ragazza è stata trovata è stata sequestrata. E un testimone ha riferito di aver sentito un urlo in un orario compatibile con quello dell’aggressione e quando si è affacciato alla finestra avrebbe visto un uomo vicino alla ragazza. Il dettaglio potrebbe essere fondamentale.

Come avviene sempre in questi casi, gli investigatori stanno controllando anche le immagini girate da una telecamera di videosorveglianza che il Comune ha installato in questi anni nel parco e che sono collegate al comando di Polizia municipale. Pare però che il punto dove è stata ritrovata la giovane non sia coperto dalle riprese. «Prima di fare qualunque considerazione desidero attendere l’esito delle indagini», afferma il sindaco del comune toscano, Paolo Masetti, «sicuramente è un fatto gravissimo per la nostra comunità». La giovane, ricoverata all’ospedale di Empoli, anche se cosciente, è tutt’ora in prognosi riservata. Nel frattempo nessuna indiscrezione è trapelata i merito a quanto potrebbe aver raccontato la diciassettenne agli uomini della squadra mobile di Firenze che stanno svolgendo le indagini insieme ai colleghi del commissariato di Empoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.