Dieta mediterranea per combattere l’obesità infantile: valido alleato anche il mango

Da anni la dieta mediterranea viene esaltata e considerata la migliore per uno stile di vita sano e per contrastare l’obesità, soprattutto infantile che sembra essere purtroppo in aumento. In Italia, purtroppo sembra che la regione con più bambini obesi sia la Campania, ove appunto un bambino di 2 sembra avere problemi di sovrappeso. Il 28 per cento dei bimbi campani tra gli 8 e i 9 anni è in sovrappeso, il 13,7 è obeso e il 5,5 per cento ha un’obesità severa per un totale complessivo del 47,8 per cento. A tal riguardo la clinica Mediterranea sembra abbia promosso a Napoli un dibattito pubblico sul ruolo della dieta mediterranea nello svezzamento, dal titolo “Prevenire l’obesità infantile? Proviamoci con la dieta mediterranea”. L’incontro è previsto per la giornata di oggi a Napoli, intorno alle ore 17 presso il Punto Luce di Piazzetta San Vincenzo nel quartiere Sanità; all’incontro parteciperà la Presidente del Consiglio regionale della Campania, Rosetta D’Amelio e il Direttore generale dell’ufficio scolastico regionale, Dott.ssa Luisa Franzese, che ospiteranno nell’Aula Siani gli alunni. Nel corso dell’incontro, inoltre, verranno premiati gli spot realizzati dagli studenti dei licei artistici delle province della Campania.

L’obesità infantile, come abbiamo anticipato, è una delle più grandi emergenze sanitarie dei paesi sviluppati tra i quali anche l’Italia che detiene purtroppo il primato negativo europeo di bambini ed adolescenti in sovrappeso.E’ di fondamentale importanza, quindi, la PREVENZIONE da effettuare su tutta la popolazione, ed in particolare sui soggetti a rischio, come i bambini che non sono stati allattati con latte materno, bambini con basso peso alla nascita per i quali aumentano le probabilità di essere affetti da sindrome metabolica, bambini che tendono ad avere un alto indice di massa corporeo prima dei 5-6 anni. In riferimento alla lotta all’obesità infantile, sembra essere stato scoperto un valido alleato, ovvero il mango che sembra favorisca una buona funzione intestinale contrastando l’obesità e riducendo i rischi del tumore al seno. Secondo quanto riferito da un gruppo di ricercatori, sembra che il mango contenga delle fibre e sostanze bioattive che consentirebbero di mantenere sana e variegata la flora batterica intestinale. Il mango va però consumato maturo e a temperatura ambiente, metterlo in frigo infatti comporterebbe il rischio di compromettere le sue qualità organolettiche fino a fargli perdere la dolcezza.

Come abbiamo anticipato, dunque, da anni viene esaltata la dieta mediterranea perchè considerata alla base della prevenzione di un gran numero di patologie, purtroppo oggi molto diffuse nella nostra società; per dieta mediterranea si intende quel modello nutrizionale ispirato ai modelli alimentari diffusi in alcuni paesi del banco mediterraneo negli anni cinquanta del XX secolo e si basa su alimenti consumati in questi paesi come cereali, frutta e verdura, olio d’oliva, carne, pesce e latticini. Dunque, le caratteristiche della dieta mediterranea sono abbondanti alimenti di origine vegetale, patate, fagioli, legumi, ma anche alimenti freschi, al naturale, di stagione e di origine locale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.