Dieta vegana, proposta di legge per vietarla ai minori di 16 anni: pene fino a 6 anni

Il tema delle diete vegane è sempre uno tra i più discussi degli ultimi anni e sono sempre di più gli esperti che dichiarano di essere contrari a questo tipo di alimentazione che potrebbe apportare delle gravi conseguenze all’organismo. Proprio nei giorni scorsi, la deputata di Forza Italia Elvira Savino ha presentato una proposta di legge che punisce i genitori che impongono una dieta vegana ai figli minori di 16 anni. Tale proposta prevede la reclusione fino a un anno per i genitori che impongono ai minori di 16 anni la dieta vegana ed una pena che può andare dai due anni e mezzo a quattro, qualora questa sia causa di malattia o lesione personale permanente ed ancora da 4 a 6 se invece la conseguenza è la morte.

Queste pene appena elencate prevedono un aumento di 12 mesi qualora il bambino abbia meno di 3 anni. “Ormai da anni, e in modo particolare nell’ultimo decennio si è andata diffondendo in Italia la credenza che una dieta vegetariana, anche nella sua espressione più rigida della dieta vegana, apporti cospicui benefici alla salute dell’individuo. Molti decidono di seguire questo tipo di alimentazione, priva di carne, di pesce e di alimenti di origine animale e loro derivati, anche per motivazioni religiose o etiche e per rispetto della vita degli animali. Molti altri lo fanno soltanto per adeguarsi a una moda”, è questo quanto dichiarato dalla deputata di Forza Italia Elvira Savino.

Secondo quanto riferito dalla deputata nell’elenco delle diete utili per una sana crescita oltre che equilibrata non figura l’ alimentazione vegana e proprio per questo motivo esclude categoricamente la possibilità di somministrare questi pasti ai bambini in quanto questi per crescere sani e ben nutriti devono cibarsi anche di carne e di pesce; cibandosi di determinati alimenti rimane il problema della carenza di vitamine B12 e di ferro eme che può comportare considerevoli problemi neurologici oltre che l’anemia.

“Anche numerosi fatti di cronaca segnalano l’allarme dimostrando la pericolosità di questo genere di diete per i bambini”, con “notizie di bambini in tenera età, per i quali, a causa di questa improvvida e inappropriata dieta alimentare, si è reso necessario il ricovero in ospedale per gravi carenze alimentari (spesso rilevate anche grazie all’intervento e alle tempestive denunce dei pediatri). Si tratta di bambini letteralmente denutriti, messi in pericolo di vita da incauti genitori che hanno deciso di seguire e far seguire un movimento filosofico basato su uno stile di vita fondato sul rifiuto di ogni forma di sfruttamento degli animali”, ha aggiunto ancora la Savino. La tendenza a voler imporre questo stile di alimentazione ai propri figli è un comportamento che va contro le indicazioni dei medici nutrizionisti che sconsigliano da sempre di far seguire queste dieta ai bambini, agli adolescenti, così come le donne in stato di gravidanza ed anche durante l’allattamento proprio perché considerata un’alimentazione carente di vitamine e di ferro oltre che di proteine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.