Donna diventa allergica a tante cose, compreso il marito: ecco cosa le è accaduto

0

Davvero incredibile quanto accaduto ad una donna di 30 anni la quale improvvisamente è diventata gravemente allergica al marito e non solo a lui. La protagonista di questa incredibile storia si chiama Pilar Olave, attrice cilena di 30 anni la quale improvvisamente è diventata allergica al marito soprattutto, ma anche ad altre persone. Una drammatica condizione che vive purtroppo dal 2014 quando una fuga di gas le ha sconvolto e cambiato la vita come il suo matrimonio. Pilar si è salvata miracolosamente da una fuga di gas, ma quello che le accade purtroppo le ha cambiato la vita, visto che in seguito ad un incidente la donna si è sensibilizzata nei confronti di diversi fattori esterni e questo l’ha costretta a dover vivere in una condizione di isolamento. In seguito all’incidente, Pilar ha cominciato a stare male, perchè soffriva di palpitazioni e spesso aveva spesso dolori allo stomaco e dopo diverse analisi è venuto fuori che era diventata allergica a molti cibi, polveri, tutte allergie che non le avrebbero più permesso di vivere come prima, a contatto del mondo esterno.”Inizialmente mi sentivo molto confusa. Poi sono cominciati i problemi respiratori, i dolori, fino a quando non sono stata costretta a stare a letto. Sentivo sempre di avere bisogno di ossigeno”, ha raccontato la donna.

La colpa sarebbe stata di una perdita di gas, e nello specifico la società addetta avrebbe scoperto che un tubo perdeva una quantità costante e non letale di gas proprio in casa loro e questo avrebbe reso la donna più sensibile e ridotta in questo stato. La situazione purtroppo è molto pericolosa, visto che Pilar adesso rischia in continuazione choc anafilattici e per questo motivo è costretta ad assumere diversi farmaci e a non entrare in contatto con nulla, proprio perchè tutto potrebbe ucciderla.

“I primi sintomi del problema sono stati sensazione di offuscamento e confusione mentale. Ho cominciato a dimenticare le battute e ad avere vuoti di memoria senza avere idea di dove mi trovassi. Poi sono diventata sensibile ai profumi e alle sostanze chimiche, ogni volta che usavo la lacca o prodotti di make-up avevo dolori di stomaco, mal di testa e nausea. Questa condizione è progredita fino a costringermi a letto. Il sintomo più spaventoso è stato la mancanza di respiro e una costante sensazione come se fossi affamata di ossigeno“, ha raccontato ancora la donna.

Lentamente il gas pare le abbia invaso il cervello ed i polmoni compromettendoli e privandoli di ossigeno, come ha spiegato la stessa Pilar. Per tutte queste ragioni, la donna vive costantemente in una camera iperbarica e dopo la diagnosi fino a questo momento ha ricevuto 200 sessioni del trattamento grazie ad alcuni fondi raccolti. Passeranno ancora degli anni prima di poter riprendere tutte le funzioni e, forse, tornare alla vita normale.

Rispondi o Commenta