Elisa Isoardi e Matteo Salvini: sempre più vicino al matrimonio

0

Vivono ormai il loro amore alla luce del sole. E finito il tempo degli incontri segreti, degli appuntamenti in piena notte per seminare i paparazzi e delle cene in ristoranti defilati, fuori mano. Elisa Isoardi e Matteo Salvini sono ormai una coppia pubblica e non fanno più nulla per nascondersi. Fu proprio Oggi a “inchiodarli” a un bacio appassionato: era il 9 marzo del 2016, giorno del compleanno del leader leghista, e la coppia, ai tempi ancora clandestina, si diede appuntamento in un locale romano per i festeggiamenti. Ma il richiamo della passione fu più forte delle cautele suggerite dalla ragione ed Elisa e Matteo si lasciarono andare a effusioni che non sfuggirono ai nostri fotografi.

Da quel momento la coppia è uscita dalla penombra, continuando però a mantenere un profilo sempre molto basso. Dopo aver trascorso l’estate assieme, alternando alle montagne piemontesi le spiagge del Gargano, Elisa e Matteo si sono recentemente concessi un romantico fine settimana a Mosca. Questa volta però è stata la stessa conduttrice a ufficializzare il viaggio con il suo fidanzato, postando sulle sue pagine social una loro selfie nel bel mezzo della Piazza Rossa.

Una semplice istantanea che è apparsa come il simbolo della definitiva consacrazione del loro amore.Elisa ha deciso di parlare per la prima volta del suo Matteo più intimo, più segreto. E lo fa proprio con Oggi, svelandoci a cuore aperto i suoi sogni di donna e i suoi progetti di coppia.

Luna di miele anticipata a Mosca dunque?(ride, ndr) «Sono stati tre giorni fantastici, molto intensi. Ma non eravamo soli: con noi c’era una coppia di amici, Massimo e Jenny. Persone meravigliose e lontane dai nostri rispettivi mondi».

Cosa l’ha colpita di Mosca? «Le sue chiese ortodosse. Sono rimasta affascinata dalla liturgia delle loro messe, dalla spiritualità dei loro canti. Non le nascondo che non perdevo occasione per entral e in una chiesa e assistere alle funzioni religiose. Ne sono rimasta totalmente ammaliata…».

A proposito di chiese c funzioni religiose: a quando il matrimonio con il suo Matteo Salvini? «Guardi, io amo le tradizioni, ma non sono un’integralista. Le nozze arriveranno quando sarà il momento giusto».

E quando è il momento giusto? «Non sento come impe!lente il bisogno di sposarmi. Considero il matrimonio la consacrazione di un rapporto d’amore, ma non il suo punto d’arrivo. Mi sposerei se dovessimo aspettare un figlio. Ecco, il momento giusto potrebbe essere l’attesa di un erede».

La sua pelle è così liscia, il suo sguardo ha una rara luminosità: non è che è già incinta? «No, non credo (ride, ndr)».E con l’orologio biologico come la mettiamo? «Ho 34 anni e la voglia di un figlio è quanto di più naturale esista. Io ho sempre dato la priorità al mio lavoro, alla mia carriera. Ma quando trovi la persona giusta la tua vita si colora di altre emozioni e di altre aspettative. Quando si ama non metti più te stesso al centro del mondo, ma il rapporto e i progetti con la persona amata. E la costruzione di una famiglia è di solito il progetto per eccellenza delle coppie innamorate».

Mi dica la verità: ci state lavorando all’erede? «Mia madre sostiene che devo darmi una mossa. Per lei sono già troppo vecchia! Lei ha avuto il suo primo figlio a 15 anni e sarebbe molto felice di diventare nonna in tempi brevi».E Matteo è d’accordo ad allargare la famiglia?«Lo chieda a lui! Quello che so è che Matteo con i suoi due figli (avuti da due relazioni precedenti, ndr) è un padre dolce, attento, premuroso. Mi sono innamorata follemente di lui anche per il suo senso paterno. Non è l’uomo duro che appare a molti».

Cos’altro l’ha fatta innamorare?«Matteo è un uomo serio, semplice. È una persona onesta e che mette al centro della sua vita l’amore per la gente e per il destino del nostro Paese. Matteo è il “politico del popolo”. Pensi che anche quando è stremato dal lavoro non si ù mai sottratto a un selfie e ancora oggi si mette a fare pure volantinaggio nelle piazze dei raduni leghisti. È amato con la stessa intensità da Nord a Sud, un amore che lui ricambia quotidianamente».

E anche un uomo molto impegnato: quando trovate il tempo di vedervi? «Matteo è un uomo senza fissa dimora: vive tra Bruxelles, Strasburgo, Milano e Roma. Quando è nella Capitale viviamo a casa mia, ma ognuno di noi, appena possibile, raggiunge l’altro ovunque si trovi».

Dove vi sposerete: Roma, Milano, Strasburgo o Bruxelles? «In nessuna di queste quattro città! Se dovessi sposarmi, lo farei nella mia Colletto di Castelmagno, tra le ridenti valli piemontesi. Sogno una chiesa di campagna, piccola e accogliente, e una cerimonia semplice con le persone che amo».Abito bianco?

«Non potrei indossarlo, sono una vecchia tardona! Semmai sceglierei un abito color avorio. Ma niente griffe: io e Matteo indosseremo scarpette da ginnastica e abiti sportivi e imporremmo agli ospiti lo stesso look». Chi sceglierà come testimoni? «Ho la tentazione di scegliere lei… In fondo è stata la vostra copertina a ufficializzare il nostro rapporto. Siete complici di questa unione! Ci porterete sulla coscienza… (ride, ndr)». Risponda seriamente… «Come testimoni vorrei mio fratello e la mia migliore amica». Menu nuziale? «Semplice e con i sapori delle mie valli. Non mancheranno gli gnocchi al Castelmagno e la bagna caùda. E ricco d’aglio ma le assicuro che gli invitati apprezzeranno molto».

Lei conduce con grande successo su Rai 1 Tempo & Denaro (record d’ascolti con quasi il 17 per cento di share e 2 milioni di telespettatori). Quali consigli darebbe per risparmiare nell’ organizzazione delle nozze  «Intanto bisognerebbe non fermarsi al primo ristorante e farsi fare tanti preventivi da tanti locali diversi. Poi scegliere nel menù prodotti rigorosamente a chilometro zero e lare molta attenzione alle truffe legate ai viaggi, se si sceglie di andare in luna di miele». Ora me lo può dire: quando si sposa con Matteo? «Che stress! Le rispondo: quando Matteo me lo chiederà!».

Rispondi o Commenta