Equitalia, è arrivato l’addio definitivo: arriva l’Agenzia delle Entrate-Riscossione, ma cosa cambia?

Dal primo luglio Equitalia ha dato definitivamente il suo addio ed è stata sostituita dalla nuova Agenzia delle Entrate-riscossione,  e una domanda più frequente gli ultimi giorni è stata la seguente ovvero cosa cambia adesso? In realtà non cambia molto, l’unica differenza sostanziale è riferita alla possibilità della nuova società di riscossione, di pignorare direttamente il conto corrente di un contribuente senza l’approvazione di un giudice.

Dalla giornata di sabato 1 luglio, le società del Gruppo Equitalia sono state sciolte ed è nato l’ente pubblico economico agenzia delle Entrate-riscossione, sottoposto l’indirizzo e alla vigilanza del Ministro dell’economia e delle finanze;  sembra siano rimaste invariate le sedi degli sportelli ma a partire da ieri, i contribuenti troveranno una nuova modulistica mentre le attività ei servizi saranno svolti  in continuità con la precedente gestione considerato che l’Agenzia delle Entrate e riscossione subentra titolo universitario nei rapporti giuridici attivi e passivi anche processuali delle società del gruppo Equitalia.

Ad occuparsi, dunque, della riscossione delle tasse non pagate sull’intero territorio nazionale, tranne che in Sicilia essendo una Regione a statuto speciale che ha deciso di affidare la riscossione ad un altro ente,  sarà l’Agenzia delle Entrate attraverso questo nuovo ente, ovvero l’Agenzia delle Entrate-riscossione, un ente sottoposto all’indirizzo e alla vigilanza del Ministero dell’economia e delle finanze, come già detto. Sembra che le sedi siano rimaste le stesse ovvero, quella centrale a Roma, così come quelle periferiche ed anche il personale è stato trasferito da Equitalia al nuovo ente senza soluzione di continuità, ma con l’applicazione delle norme che regolano il rapporto di lavoro privato;  dunque nessun cambiamento per quanto riguarda sedi ed i contatti telefonici ma a cambiare è l’account di Twitter che  da ieri  è il seguente  @AE_Riscossione al posto di @equitalia_it,  ed è anche cambiato il sito web di riferimento ora www.agenziaentrateriscossione.gov.it.

Novità anche per quanto riguarda i contribuenti, nel senso che ognuno di questo sarà identificato tramite il codice a barre del proprio codice fiscale presente nella tessera sanitaria e questo permetterà agli operatori di visualizzare a video tutta la posizione del contribuente e ridurre così in questo modo, i tempi di evasione delle pratiche e di conseguenza le file agli sportelli.

Il nuovo ente avrà la possibilità di accedere direttamente alle informazioni dei contribuenti presenti nelle banche dati dell’Agenzia delle Entrate e in questo modo potrà mirare meglio i pignoramenti evitando ad esempio di bloccare i conti di un’impresa o il conto su cui viene accreditato lo stipendio del contribuente. Nonostante le novità ed il cambio di soggetto, sembra  continuerà ad esistere una continuità nei crediti e quei contribuenti che hanno ricevuto una cartella di pagamento o che hanno in essere un piano di rateazione, dovranno corrispondere quanto dovuto al nuovo ente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.