Facebook lancia Community Help, uno strumento per le persone che si trovano in difficoltà

Facebook ha lanciato Community Help, uno strumento pensato per mettere in contatto le vittime di un disastro con gli utenti di Facebook nelle vicinanze che possono fornire aiuto.

Facebook è sempre in vena di sorprese per i propri utenti e proprio per questo motivo negli ultimi giorni sembra abbia presentato un nuovo programma per poter aiutare le persone in difficoltà. Vi starete chiedendo che fine ha fatto Safety Check, ovvero un tool che da la possibilità agli iscritti che si trovano in una zona colpita da un qualsiasi disastro sia naturale che non, di avvertire in tempo reale gli amici ed i familiari, per poter dire loro di stare bene e di essere al sicuro? Il Safety Check è ancora presente ma Facebook a questo sta praticamente aggiungendo Community Help, ovvero uno strumento che darà la possibilità alle persone che si trovano nella stessa area colpita da un disastro non solo di poter richiedere aiuto ma anche di offrire supporto.

Questa funzione, alla quale hanno lavorato i tecnici già dallo scorso anno, è attiva negli Stati Uniti, Canada, India, Arabia Saudita, Australia e Nuova Zelanda. Come funzionerà? Semplice, la piattaforma in questione, ovvero la Community Help apparirà dopo aver attivato il Safety Check e mostrerà lo stato dei propri amici ed una serie di post selezionati di persone che cercano ed offrono il proprio aiuto nelle aree colpite da un evento. Sarà, a tal riguardo presente nella Community una sezione caratterizzata da due pulsanti, ovvero “Offri aiuto” e “Cerca aiuto”, che una volta cliccati daranno accesso ad una pagina nella quale si dovrà selezionare la tipologia di aiuti da offrire o da cercare, che potranno essere cibo, trasporti, posto letto, vestiti ed oggetti per bambini. Nel momento in cui una delle agenzie globali che si occupano di segnalare le crisi (NC4 e iJET International) conferma che sta avvenendo un’emergenza, Facebook consentirà quindi di utilizzare il Community Help, che vive all’interno del Safety Check.

Facebook ha fatto sapere che il Community Help sarà reso disponibile prima per calamità naturali e disastri accidentali, come terremoti o incendi e per le prime settimane, come già anticipato sarà disponibile solo per determinati paesi, tra i quali il Canada, gli Stati Uniti, la Nuova Zelanda, l’India, gli Stati Uniti e l’Arabia Saudita, poi progressivamente si andrà estendendo ad altri paesi e verranno aggiunti altri tipi di incidenti.Secondo quanto riferito dalla product designer Preethi Chethan, il progetto della Community Help nasce dal fatto che sempre più spesso gli utenti dei social network hanno utilizzato i gruppi di Facebook per organizzare gli aiuti materiali in casi di emergenza e dunque sulla quale di quest’esperienza si è tentato di dare via ad uno strumento che potesse dare la possibilità di localizzare immediatamente chi necessita di aiuto e di offrirsi, qualora lo si voglia, come volontari. Si tratta, dunque, di uno strumento molto importante e soprattutto molto utile per tutte quelle persone che potranno ottenere così più facilmente aiuti nelle zone colpite da qualche calamità naturale. Al fine di evitare vari fenomeni di sciacallaggio che purtroppo in questi casi sono molto frequenti, Facebook ha deciso di fornire a chi è alla ricerca di aiuto, una serie di suggerimenti ed anche consigli prima di poter accettare aiuto da parte di sconosciuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.