Firenze, crolla pietra nella Basilica di Santa Croce colpisce turista spagnolo e lo uccide sul colpo

Una tragedia quella avvenuta nella giornata di ieri nella Basilica di Santa Croce a Firenze dove un turista di 52 anni, spagnolo pare sia  morto colpito da un elemento architettonico caduto da una navata.  Pare che i soccorsi si siano rivelati inutili perché l’uomo purtroppo è morto sul colpo colpito alla testa da un pezzo di pietra abbastanza grande. Secondo una prima ricostruzione sembra che il distacco sia avvenuto da una ventina di metri di altezza. Secondo quanto riferito, il personale del 118, pare abbia tentato a lungo di rianimare l’uomo, ma non ci sarebbe stato più nulla da fare.  Completamente sotto choc la moglie del Turista che si trovava a fianco a lui quando si è staccata improvvisamente e cadendo ha ucciso il marito proprio davanti ai suoi occhi. Secondo quanto riferito, si tratterebbe di una pietra, una struttura che serve per aumentare la base di appoggio delle strutture lignee,  staccata dal transito di destra della Basilica.

La vittima si chiamava Daniel Testor Schnell di Barcellona, 52enne pandoro il quale come sappiamo ha riferito sarebbe stato colpito in testa e ucciso dalle grosso frammento. Molto probabilmente a causare il distaccamento dell’elemento in pietra sarebbe stato il peso della trave tetta.  Ad ogni modo le forze dell’ordine nel corso del pomeriggio di ieri hanno immediatamente bloccato e blindato l’accesso alla basilica, all’interno della quale vi era la moglie della vittima che come abbiamo riferito era in evidente stato di shock,  avendo visto morire il marito sotto i suoi occhi.

Nello specifico il frammento che pare misure 40 cm x 40 cm si è staccato nell’aria degli scalini del transetto di destra.  Immediati i soccorsi e l’arrivo anche delle forze dell’ordine compresa la PM Benedetta Foti che pare coordinerà le indagini. Intervenuto anche il sovrintendente della Polizia Municipale Massimo Calamai il quale ha spiegato che il pezzo crollato da 30 metri di altezza è un capitello decorativo del transetto di circa 40 cm di dimensioni.

Come già riferito sul luogo dell0a tragedia sono anche intervenuti diversi agenti di polizia, Vigili del Fuoco e il 118 che ha tentato di soccorrere l’uomo seppur inutilmente.  L’uomo si trovava in vacanza con la moglie e mai avrebbe pensato che quello sarebbe stato il viaggio che lo avrebbe condotto alla morte. Intanto la Basilica resterà chiusa fino alla giornata di oggi e tanti sono stati i turisti rimasti fuori dalla Basilica aspettando di entrare pensando che la chiesa venisse riaperta, ma per ovvi motivi L’ingresso è stato vietato a chiunque. “Ero li’ 10 minuti prima, perchè è successo proprio nel punto dove ci fermiamo sempre a spiegare“, è questo quanto raccontato dalla guida turistica Bernardo Rondelli che si trovava nella Basilica Fiorentina di Santa Croce dopo le ore 14:30 ovvero nel momento in cui il turista spagnolo è stato colpito dal peduccio di pietra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.