Firenze shock, turista americana denuncia violenza dopo una serata in discoteca

La giovane, da qualche giorno in Italia, aveva passato la notte in discoteca allo Yab, poi si è allontanata con l’uomo, uno straniero, stando alle sue dichiarazioni. Alle 6 in lacrime la confessione alle amiche, poi la denuncia ai carabinieri.

Ancora una ragazza straniera ha denunciato di aver subito una violenza sessuale nel nostro paese. Purtroppo ancora una volta sembra che la violenza sia avvenuta a Firenze ed è davvero un mistero visto che poche settimane fa due ragazze anglosassoni avevano denunciato di aver subito violenza sessuale da parte di due carabinieri, poi sempre nelle scorse settimane sarebbe stata denunciata un’altra violenza da parte di una ragazza diciassettenne aggredita ritrovata poi in un parco e nello specifico presso il parco Montelupo Fiorentino. Adesso una turista americana pare abbia denunciato di essere stata violentata nella notte tra lunedì e martedì a Firenze. Secondo la descrizione fornita dalla ragazza, l’autore della violenza sarebbe uno straniero che la donna avrebbe conosciuto in un locale e con cui si sarebbe poi allontanata. La ventiquattrenne sarebbe stata poi trasportata in ospedale dove sono scattate le procedure del Codice Rosa che sono riservati alle vittime di violenza e ovviamente sul caso stanno indagando i carabinieri.

Nel momento in cui la ragazza ha fornito i fatti ai Carabinieri ha raccontato di essere andata a parlare con alcune amiche in un locale sito nel centro storico e di avere bevuto diversi cocktail, poi proprio all’interno di questo locale avrebbe conosciuto un ragazzo con il quale si sarebbe intrattenuta per poi uscire fuori insieme. La giovane straniera sembra sia ritornata intorno alle ore 7:00 del mattino nel b&b dove alloggiava sempre in una zona del centro storico della città accompagnata dall’uomo e i due pare si siano separati proprio davanti all’ingresso dell’hotel ma una volta rientrata in camera davanti alle amiche sarebbe scoppiata a piangere confettando di essere stata stuprata. “Mi ha violentata”, avrebbe raccontato in lacrime la 24enne.

Il caso ad oggi è seguito dai carabinieri che stanno indagando per cercare di ricostruire bene quanto accaduto e soprattutto cercare di individuare l’aguzzino. A tal riguardo i militari in questione pare stiano acquisendo anche le immagini delle telecamere di videosorveglianza della zona. Si sta cercando di capire inoltre cosa sta accadendo a Firenze visto che come già abbiamo anticipato, non si tratterebbe dell’unico caso di violenza sessuale ai danni di giovani donne soprattutto straniere. Appena un mese fa due ragazze americane avevano denunciato di essere stati vittime di una violenza sessuale perpetrata nei loro confronti da parte di due carabinieri che le avrebbero riaccompagnata a casa con l’auto di servizio dopo una notte in discoteca.

Come già abbiamo riferito però, in questo caso la vittima È una ragazza di 24 anni violentata da un uomo molto probabilmente uno straniero conosciuto durante una serata in discoteca. L’allarme era stato dato dalle amiche della 24enne che vedendola ritornare nel b&b dove alloggiavano e avendo raccolto anche la testimonianza dell’amica riguardante la violenza subita, hanno immediatamente chiamato il 118 e in un secondo momento i carabinieri.

Una nuova violenza sessuale si sarebbe consumata a Firenze e ancora una volta ai danni di una giovane statunitense. La vittima, questa volta, non è una delle tante studentesse che arrivano in riva all’Arno per passare un periodo nelle sedi italiane delle loro università, ma una turista di 24 anni arrivata da pochi giorni con due amiche.
Lunedì sera aveva deciso di andare a divertirsi in una delle discoteche più note del centro, lo Yab.

Qui avrebbe conosciuto un giovane straniero e con lui, dopo aver bevuto diversi cocktail e ballato per diverse ore, si sarebbe allontanata. Una volta rientrata al bed & breakfast, dove con le amiche aveva preso una stanza, ha raccontato a loro, in lacrime, di essere stata violentata. Sono state proprio le amiche a chiamare il 118 e poi i carabinieri. Per la ragazza, portata al pronto soccorso, è scattato il codice rosa mentre i militari hanno avviato le indagini sentendo, nel pomeriggio le amiche e poi, con tutte le cautele del caso, la stessa giovane.

Non è chiaro neppure dove sarebbe avvenuta la violenza sessuale, se in strada, ad esempio, o all’interno dell’androne di un palazzo. I carabinieri hanno cominciato la ricerca delle immagini delle telecamere della discoteca e di quelle di sicurezza della città per verificare il racconto della giovane e individuare lo straniero che, sempre secondo le amiche, l’avrebbe accompagnata ieri mattina verso le 6, fino al B&b.

Se il racconto della ragazza troverà riscontri si tratta di un nuovo episodio che arriva a poco più di un mese dalla denuncia di due studentesse, sempre
statunitensi, che nella notte tra il 6 e il 7 settembre sarebbero state violentate da due carabinieri che, con l’auto di servizio, le avevano accompagnate fino a casa da un’altra discoteca. Anche in questo caso le due giovani, 19 e 21 anni, avevano bevuto numerosi cocktail nel locale prima di uscire con i militari.

Sempre a Firenze, nei giorni scorsi, un’altra giovane ma questa volta italiana, avrebbe subito molestie da parte di un gruppo di ragazzi «italiani, saranno stati 25, tutti ubriachi», mentre passeggiava in una strada del centro intorno alle 23.30. A raccontarlo è stata la stessa giovane sul suo profilo di Facebook. E lo ha fatto soprattutto per ringraziare «l’unica persona» intervenuta per salvarla, un venditore abusivo di rose di origine bengalese.

La giovane scrive che solo grazie a lui può raccontare questa storia e invita tutti a ripensare la loro opinione sugli stranieri. Ma, soprattutto, rivolge un appello alle donne perché «noi tutte dovremmo trovare la forza di dire ciò che ci accade, anche se proviamo vergogna, dobbiamo trovare il coraggio parlare, per essere solidali e non abituarci a questa mentalità machista e per liberarcene», conclude nel post in cui campeggia anche la foto del bengalese.

E ancora a Firenze, il l9 gennaio 2016, un’altra americana, la 35enne Ashley Olsen, fu trovata morta nel suo appartamento del centro storico. La giovane donna era stata prima colpita alla testa e poi strangolata dopo una notte di droga, alcol e sesso. La Corte d’assise di Firenze ha riconosciuto colpevole Cheik Diaw, 27enne senegalese, che si è sempre dichiarato innocente.

Che cos’è la violenza sessuale?

Capire che cos’e’ la violenza sessuale ci aiuta a rispondere.
La violenza sessuale è qualsiasi atto sessuale o un atto riferito al sesso che risulta in una persona a non sentirsi al suo agio, o intimorita o spaventata da questo. È un comportamento che una persona non ha incoraggiato, né scelto.
La violenza sessuale è il tradimento della fiducia e il negare il diritto ad una persona di stabilire cosa avviene al proprio corpo. La violenza sessuale è l’abuso dei diritti e del potere dell’individuo.
La violenza sessuale può essere commessa contro adulti e bambini, donne e uomini e persone provenienti da qualsiasi etnicita’,religione, stato economico ecc.
La violenza sessuale può anche essere definita abuso sessuale o attacco sessuale. I termini utilizzati per descrivere la violenza sessuale, ad esempio “violentare” o “abuso sessuale” hanno un significato generico utilizzato nella conversazione quotidiana e un significato specifico utilizzato per descrivere determinati reati di natura sessuale. In questo sito web impieghiamo tali termini in modo generico e forniamo solo informazioni generiche.
Se ritenete che sia stato commesso un reato di natura sessuale e desiderate presentare denuncia, potreste cercare ulteriore consulenza altrove. Potete farlo contattando il servizio per la violenza sessuale nella vostra zona [in inglese!, la polizia, il vostro medico o un avvocato privato.Contattando qualcuno quanto prima potrebbe favorire la situazione e questi servizi possono fornirvi informazioni sui diritti e sulle opzioni disponibili.
La violenza sessuale assume molte forme
Comprendere che cos’è la violenza sessuale ci aiuta a reagire quando un amico, un famigliare o un cliente rivela di avere subito tale violenza. La lista seguente fornisce alcuni esempi di violenza sessuale:
• Molestia sessuale.
• Palpeggiamenti o baci non desiderati.
• Attività sessuali o attività a sfondo sessuale forzate o costrette, incluse attività che includono violenza o dolore.
• Esposizione di genitali, ad esempio ‘esibizionismo’.
• Stalking o una continua ossessione di un individuo
• Essere osservati da qualcuno senza la propria autorizzazione quando si è nudi o impegnati in attività sessuali.
• Pubblicazioni di immagini sessuali su Internet senza autorizzazione
• Essere forzati o costretti da qualcuno a guardare o a partecipare in attività pornografiche.
• Alterazione di bevande o utilizzo di droghe e alcool per ridurre o interferire con la capacità di una persona di compiere delle scelte relative al sesso o all’attività sessuale.
• Avere rapporti sessuali con qualcuno che sta dormendo o è gravemente sotto l’effetto dell’alcool e/o di altre sostanze stupefacenti.
• Giochi particolari e storie volgari o allusive, o mostrare immagini a fondo sessuale che costituiscono un comportamento ripetuto costrittivo, intimidatorio o profittatore.
• La violenza sessuale (penetrazione da parte di qualsiasi oggetto).

L’adescamento” di minori o persone vulnerabili per coinvolgerle in attività sessuali di qualsiasi tipo.
• Qualsiasi atto sessuale con un minore.
La violenza sessuale non è espressione sessuale. La violenza sessuale è un comportamento o un’azione sessuale non desiderata che utilizza l’intimidazione, la costrizione o la forza, per esercitare autorità o negare i diritti di scelta aN’individuo. La violenza e l’abuso sessuale possono essere eventi singoli o parte di un comportamento ripetuto di violenza. Comportano una gamma di conseguenze fisiche, emotive e psicologiche.
Fatti sulla violenza sessuale
Alcune cose importanti da riconoscere sulla violenza sessuale:
• La maggior parte degli atti di violenza sessuale sono commessi da uomini contro donne e bambini.
• Anche gli uomini subiscono violenza sessuale, in predominanza ad opera di altri uomini.
• La maggior parte delle persone che subisce una violenza sessuale conosce o ha conosciuto
di recente il perpetratore della violenza.
• Alcuni atti di violenza sessuale sono anche reati.
• La denuncia alla polizia può essere una decisione difficile. I limiti del nostro sistema giudiziario e il modo in cui vengono raccolte le prove possono essere difficili da affrontare.
• Le persone che hanno subito violenza sessuale rispondono in molti modi diversi, talvolta con emozioni molto forti, altre volte ritirandosi in se stessi. Capire il trauma causato dalla violenza ci aiuta a reagire in modo adeguato.
• La violenza sessuale è un abuso degli squilibri di potere esistenti nella società.
• La maggior parte di casi di violenza sessuale non viene denunciata alla polizia.
Gli effetti della violenza sessuale
La violenza interpersonale, come la violenza sessuale, è uno degli eventi più traumatici che possa essere vissuto da una persona. Rispondere alle esigenze immediate di vittime/sopravvissuti e dar loro credito/fiducia, e non minimizzando il tutto aiuta a ridurre ulteriori danni. Dare continuo sostegno alle persone durante il recupero è importante,come lo e’ il modo e il dovuto tempo richiesto da loro per farlo .
Se desiderate maggiori informazioni su come supportare una vittima/un sopravvissuto, leggete la pagina ‘Come assistere qualcuno che ha subito violenza sessuale’

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.