Genova, De Ferrari affollata contro i vaccini obbligatori

Il decreto sui vaccini obbligatori “è al Quirinale, arriva martedì, quando ci sarà anche una presentazione tecnico-scientifica per dare le istruzioni alle famiglie e alle istituzioni” su come funzioneranno le novità, compreso il periodo transitorio. In questo caso non si prevede il divieto di iscrizione a scuola, bensì sanzioni e provvedimenti per i genitori.

La lettera della figlia di De AndrèIl presidio si è tenuto in piazza De Ferrari, davanti Palazzo Ducale, alle 10.30. Alcune centinaia di freevax delle varie associazioni e comitati dell’Emilia-Romagna si sono radunati in piazza Nettuno a Bologna. La lettera è stata letta in piazza da Anna Pettinaroli, promotrice della manifestazione: “Chi scrive è una mamma preoccupata per questa imposizione”. I genitori assicurano che porteranno avanti fino in fondo la battaglia in sede giudiziaria contro la legge regionale, e soprattutto contro il decreto del Governo che Alessandra Atti del gruppo ‘Genitori del no Emilia-Romagna’ definisce “un autentico ricatto”.

Sono molti i gruppi presenti, arrivati da ogni parte del Piemonte (oltre a Torino, un nucleo numeroso dalla Val Pellice, ma anche da Asti, Alessandria e Biella), si va dal ComilVa, il comitato per la Libertà di cura e guarigione ai “Genitori No obbligo Piemonte” che si sono radunati con la prole al seguito. Poi la precisazione: “Non siamo contro i vaccini, non chiamateci No Vax“.

Alle proteste che si sono gia’ svolte per la libertà di scelta vaccinale se ne aggiungera’ una nazionale nel pomeriggio di domenica 11 giugno a Roma.

“Credo che siano manifestazioni assolutamente legittime, frutto del fatto che la gente si occupa della questione – ha commentato ieri il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, Walter Ricciardi, che ha fatto sapere di aver ricevuto minacce -“. Spiace. I vaccini hanno salvato milioni di vite, dobbiamo continuare a vaccinare.

All’obbligatorietà, si associa anche il ‘pugno duro’ contro i trasgressori.

Le vaccinazioni che diventeranno obbligatorie dal prossimo settembre sono 12: le obbligatorie anti-difterica, anti-tetanica, anti-poliomelitica e anti-epatite virale B e altre 8, ovvero anti-pertosse, anti-meningococco B e C, anti-morbillo, anti-rosolia, anti-parotite, anti-varicella e anti-Haemophilus influenzae. “E l’atto più amorevole che potete fare”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.