Genova la prima fabbrica al mondo di robot medicali

Non sono più solo il frutto della ricerca scientifica e tecnologica, di test futuribili, da oggi i robot ‘fisioterapisti’ Hunova, pensati e progettati all’Istituto Italiano di Tecnologia di Genova e prodotti da Movendo Technology, stanno per prendere servizio in cliniche e centri sanitari in Italia e all’estero. L’Istituto genovese e la startup, la prima partecipata dall’IIt 7% e da Sergio Dompé 50%, hanno infatti annunciato l’avvio della produzione dei primi 30 umanoidi riabilitativi il cui compito è aiutare i pazienti nel recupero, a sostegno del lavoro dei terapisti umani.

Si tratta dei primi robot specializzati nel campo ortopedico, neurologico e geriatrico e le consegne delle piattaforme inizieranno già da giugno prossimo e fino a tutto il 2017. “Da oggi Hunova diventa un ‘prodotto’, abbiamo cioè superato la ‘valle della morte’, il passaggio che separa il laboratorio dal mercato. Ed è un passaggio cruciale” scandisce Simone Ungaro, Ceo di Movendo Technology, intervistato dall’Adnkronos. “Il robot Hunova lavora al fianco dei fisioterapisti, il cui lavoro viene così sostenuto e qualificato dalla piattaforma” chiarisce l’ex direttore generale dell’IIT di Genova, oggi al timone della startup. L’attuale capacità produttiva della fabbrica ‘diffusa’ 4.0 di Movendo Technology è di 10 Hunova al mese, il piano industriale prevede la scalabilità della capacità produttiva nei prossimi 3 anni, con circa 100 addetti. Ad oggi Movendo Technology conta 20 persone di staff fra ingegneri e sviluppatori, personale commerciale ed amministrativo, ma nel 2018 si prevede l’avvio di nuove linee produttive, dedicate sempre alla robotica in ambito medicale.

Il nostro lavoro non finisce con la consegna del robot ma realizzeremo nuove App con nuove applicazioni della piattaforma robotica” anticipa Ungaro.  Il robot Hunova è stato presentato oggi a Genova alla comunità scientifica, in un incontro cui, insieme a Ungaro, hanno preso parte i vertici dell’IIT, il presidente Gabriele Galateri di Genola, il direttore scientifico Roberto Cingolani, ed il vicedirettore scientifico Giorgio Metta Vice Direttore scientifico IIT, l’imprenditore Sergio Dompé, presidente dell’omonimo Gruppo biofarmaceutico e finanziatore visionario di Movendo Technology, startup di cui è presidente. “Dobbiamo diventare un’azienda che cresce ma non dimentichiamo la mission dell’IIT e sentiamo l’obbligo morale, fortemente spinto dallo stesso Dompé, di applicare le innovazioni tecnologiche alla salute ed al benessere delle persone” evidenzia Simone Ungaro. All’incontro hanno partecipato anche Michael Jobges Chairman della Società tedesca di Neurotraumatologia e Neuroriabilitazione Clinica, e Roberto Gatti responsabile della Fisioterapia di Humanitas. I primi utilizzatori del robot ‘fisioterapista’ Hunova saranno Gruppo Korian, Casa della Salute, Clinica San Francesco, Ego Anima e Corpo, Cems. Questi centri si aggiungono a Ospedale Galliera di Genova, Ospedale Santa Corona di Pietra Ligure, Centro di riabilitazione Motoria Inail di Volterra, Clinica Villa delle Terme Centro Riattiva che hanno già testato Hunova con oltre 400 pazienti ortopedici, geriatrici e neurologici. “Contiamo di allargare le applicazioni di Hunova anche ai malati di Parkinson’s e Sclerosi Multipla e abbiamo già aperto contatti con l’Aism“. Paradigma di Hunova, chiarisce Ungaro, “sono la sua capacità di misurare per la prima volta in assoluto i parametri biomeccanici dei pazienti e all’intervento robotico: è un ciclo interattivo“. “La piattaforma robotica – aggiunge l’ad di Movendo Technology – cambia l’approccio che i pazienti hanno con la fisioterapia perché tutto il lavoro è basato sul gaming: questo trasforma un momento infelice in un momento ludico ed le persone si impegnano anche di più“. Tutto, dal design ed ergonomia, alla meccatronica ed il software di Hunova che si articola in oltre 156 esercizi di riabilitazione, “sono il frutto di un lungo lavoro fatto insieme ai partner clinici ed i loro pazienti che hanno lavorato alla realizzazione del dispositivo” sottolinea lil manager. La Movendo Technology è stata portata al mercato grazie ad un investimento di 10 milioni di euro da parte dell’imprenditore Sergio Dompé ed è annoverata tra le top 70 startup del mondo più finanziate nel settore della produzione di device medicali nella “Global map of medical device startups” stilata da CB Insights. La piattaforma robotica Hunova ha già ottenuto la certificazione CE e sta per ottenere l’Fda per gli Stati Uniti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.