Google Family Link: arriva la nuova app per controllare i figli

In realtà, un modo per utilizzare Google Assistant sui tablet pc c’è ma trattasi di un hack realizzato dalla community di XDA, dunque non è un sistema ufficiale anche se funziona bene senza alcun intoppo. Le unità prodotte non sono molte e buona parte di queste presentano alcuni problemi, alcuni risolvibili con aggiornamenti software e altri con delle vere e proprie revisioni hardware. Big G non ha voluto spiegare il perchè di questa scelta ma il dato oggettivo è che l’intelligenza artificiale di Google non arriverà sulle tavolette digitali.

Una fonte vicina a Droid Life conferma l’esistenza di un terzo dispositivo firmato Google che, come i presunti Pixel 2 e Pixel XL 2, non poteva che essere identificato con il nome di un pesce. È anche possibile impostare un timer che si attiva automaticamente quando è ora di andare a dormire. Infatti, dopo aver annunciato la piattaforma di sviluppo per l’Assistente Google ‘Actions on Google’ la società ha detto di aver iniziato a lavorare con diversi partner, tra cui Daimler e Hyundai, per far rispondere all’Assistente nelle auto su cui verrà implementato, ad esempio, a domande del guidatore quali “Ok Google, dimmi quanto gas c’è nel serbatoio dell’auto?”.

Il tutto all’interno di una scocca resistente all’acqua e con schermi che non andranno oltre i 5.5 pollici di diagonale. Sappiamo come gli attuali Pixel e Pixel XL siano stati progettati e realizzati da HTC, la quale però non ha potuto apporre sugli stessi il proprio marchio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.