Incidente in moto per Max Biaggi, ricoverato in codice rosso: le ultime

Bruttissimo incidente in moto per Max Biaggi che nella giornata di ieri è caduto mentre si allenava con la moto da Supermotard sulla pista del Sagittario, in provincia di Latina, insieme a due giovani piloti del team di cui lo stesso è manager. Secondo quanto emerso, il 45enne che attualmente impegnato come team manager della sua squadra che schiera due piloti nella classe Moto3 del CIV, ovvero del Campionato Italiano Velocità era entrato in pista in sella alla sua moto, quando dopo 4 giri è stato protagonista di un highside. Biagi sarebbe stato scaraventato sull’asfalto e soccorso dai commissari di pista e dall’ambulanza presente sul tracciato, ma i sanitari avendo visto le sue condizioni piuttosto preoccupati hanno trasferito Biagi con l’elisoccorso all’ospedale San Camillo di Roma.

Una volta giunto in ospedale, Biaggi è stato sottoposto immediatamente ad esami ed accertamenti ma sin da subito i medici hanno escluso che il pilota fosse in pericolo di vita,   e qualche ora dopo il suo ricovero ha parlato il dottor Emanuele Guglielmelli direttore del pronto soccorso del San Camillo, il quale ha dichiarato che il pilota non ha mai perso conoscenza ne dopo il trauma, ne durante il trasporto in elicottero né tantomeno al pronto soccorso;  lo stesso ha anche colto l’occasione per ringraziare il servizio del 118 che è stato impeccabile ed ha aggiunto che  Biaggi presenta un forte trauma cranico con fratture multiple costali e per questo motivo  resta in prognosi riservata, perché è un passaggio dovuto e poi sarà spostato in rianimazione dove resterà sotto osservazione per alcune ore, perché il trauma toracico è a rischio evolutivo e per questo motivo va tenuto sotto controllo. Fin da subito si è detto che Biaggi fosse stato ricoverato in codice rosso, ma questo era legato alla dinamica dell’incidente,  la prognosi pare sia di circa 30 giorni.

Ai cronisti che gli chiedevano se Biaggi avesse riportato anche un pneuma-torace, il medico ha risposto: “C’è una piccola faldina che stiamo monitorando”. Secondo quanto riferito dai medici, Biaggi è sempre stato collaborativo ma di umore triste perché consapevole del fatto che dovrà stare fermo per un po’. Accorsa in ospedale la sua fidanzata Bianca Atzei, la mamma, alcuni parenti e un amico, mentre il padre Pietro sentito da alcuni giornalisti ha riferito: “Max sta bene ci ho parlato e mi ha detto L’abbiamo sfangata. Se ho avuto paura? Sono 25 anni che ho paura, sarebbe ora di smettere con le gare”.

Al San Camillo è arrivata anche l’ex compagna Eleonora Pedron dal quale ha avuto due figli, che ha dichiarato: “Paura passata? Ora sì. Ci ho parlato, va bene”. Biaggi sarebbe dovuto tornare in sella questa domenica, 11 giugno, in una gara degli Internazionali di Supermoto nella classe Onroad.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.