Infarto, dagli Stati Uniti un nuovo spray che ripara i danni del cuore: al via la sperimentazione

L’infarto è purtroppo considerato al giorno d’oggi una tra le principali cause di morte prematura e colpisce indifferentemente uomini, donne, grandi e piccoli. Oggi, vogliamo parlarvi di un’importante novità o meglio di una interessante scoperta effettuata in campo medico- scientifico nella lotta contro l’infarto, che come abbiamo già anticipato è considerato ancora purtroppo una delle principali cause di morte nel mondo. A tal riguardo è fondamentale fare ricerca e studiare al fine di scoprire nuove importanti terapie che possano rigenerare i cuori danneggiati nei soggetti che purtroppo hanno avuto un infarto e permettere loro di poter superare la cattiva prognosi. La novità di cui vogliamo parlarvi oggi arriva direttamente dagli Stati Uniti, dove un gruppo di ricercatori dell’Università della Carolina del Nord, capeggiati da Junnan Tang ed Adam Vandergriff, hanno scoperto un nuovo ed interessante trattamento mini-invasivo per riparare il muscolo cardiaco dopo l’infarto.

Curiosi? Stando a quanto è emerso, si tratterebbe di uno speciale spray il quale, a dire dai ricercatori è in grado di riparare il muscolo cardiaco e dunque il cuore nei soggetti che hanno avuto un infarto. Lo spray è stato composto, secondo quanto riferito dai ricercatori in questione, da due biomateriali porosi che appunto favorirebbero la riparazione del cuore e che rappresentano un vettore per trasportare localmente dei farmaci o fattori di crescita, per promuovere la formazione di nuove cellule cardiache.

Questi due che vengono spruzzati direttamente sulla superficie del cuore e formano un gel che favorisce la rigenerazione dei tessuti, senza alcun bisogno di punti di sutura e di chirurgia a torace aperto e dunque senza bisogno di ricorrere ad una terapia invasiva. Lo spray in grado di riparare il muscolo cardiaco rappresenta, come abbiamo già anticipato, un grande passo in avanti nel campo medico scientifico, soprattutto rispetto alle tecniche utilizzate fino ad oggi, che prevedevano l’impiego di cerotti rigenerativi, i quali prevedono un intervento chirurgico a cuore aperto che richiedono uno stress enorme, soprattutto nei soggetti reduci da un infarto.

Gli autori di questa interessante scoperta, come già anticipato, sono Junnan Tang e Adam Vandergriff, i quali hanno presentato la loro scoperta sulla rivista Tissue Engineering Part C, che costituisce un avanzamento rispetto alla ricerca in corso sui cerotti rigenerativi sperimentati fino ad oggi, che come abbiamo già detto richiedono un intervento a torace aperto. I due hanno spiegato che si sono ispirati alle vernici spray in suo nell’industria delle costruzioni. Lo spray è stato già utilizzato sugli animali e sembra abbia prodotto risultati molto interessanti e questo fa presupporre che gli stessi risultati possano essere ottenuti nell’uomo. Dunque, la speranza, adesso è che tale tecnica possa essere sfruttata con evidenti benefici anche nell’essere umano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.