Italia nella morsa del gelo,ecco le iniziative del Papa: dormitori aperti h24 e sacchi a pelo speciali per i senzatetto

0

Prosegue l’ondata di gelo in tutta Italia che negli ultimi giorni ha purtroppo causato la morte di 8 persone.In questi giorni in tanti si sono preoccupati delle condizioni dei tanti senzatetto e proprio a tal riguardo, Papa Francesco ha annunciato che i dormitori in Vaticano rimarranno aperti 24 ore per poter stare al caldo anche di giorno, mentre per i senza dimora che non vogliono muoversi da dove stazionano di solito verranno donati sacchi a pelo speciali resistenti fino a 20 gradi sotto lo zero. “In questi giorni di tanto freddo penso e vi invito a pensare a tutte le persone che vivono per la strada, colpite dal freddo e tante volte dall’ indifferenza. Purtroppo alcuni non ce l’hanno fatta. Preghiamo per loro e chiediamo al Signore di scaldarci il cuore per poterli aiutare”, lo ha dichiarato il Papa dopo la recita dell’Angelus in Piazza San Pietro. A diffondere le iniziative pensate dal Papa è stato Mons.Konrad Krajewski, il quale ha dichiarato, come già anticipato, che nei prossimi giorni i dormitori rimarranno aperti 24 ore su 24 per dare la possibilità ai senzatetto di poter stare al caldo anche durante il giorno e dunque non solo la notte, mentre ai senza dimora verranno donati dei sacchi a pelo speciali che risultano essere resistenti fino a 20 gradi sotto lo zero.

Abbiamo messo a disposizione anche le nostre auto dell’Elemosineria perchè chi non vuole spostarsi possa dormirci dentro la notte”. “Facciamo tutto il possibile soprattutto con i dormitori che non chiudono mai e dove chiunque bussa trova riparo e accoglienza: in Via dei Penitenzieri, oltre ai posti-letto, abbiamo 40 sedie, e quindi aiutiamo chi viene anche in questo modo”, ha sottolineato il mons.Krajewski. Continua, dunque, l’ondata di gelo in tutta Italia e sono soprattutto le regioni del Sud ad averne avuto la peggio; nello specifico in Puglia l’ondata di maltempo sta provocando numerose criticità con Comuni e masserie isolate a causa della neve, diversi gli ospedali come quello di Acquaviva delle Fonti in provincia di Bari sembrano essere difficilmente raggiungibili, tante le strade impraticabili perché ricoperte di neve e ghiaccio.Intervenuto anche il Presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni il quale ha parlato nella giornata di ieri sull’emergenza maltempo che ha colpito l’Italia in questo ponte dell’Epifania, dichiarando: “Si sta lavorando con il massimo impegno per ridurre e far fronte ai disagi che si stanno vivendo in buona parte dell’Italia”.

Diverse le iniziative messe in atto da vari sindaci italiani, tra cui quello di Reggio Calabria ovvero Giuseppe Falcomatà, il quale ha deciso di rendere la casa comunale ricovero per chi una casa non c’è l’ha ed ha lanciato un appello alla popolazione, dicendo: “Abbiamo bisogno di tutti, ognuno può fare qualcosa: coperte, stufe, viveri”. Anche a Milano, l’Assessorato alle politiche sociali ha fatto sapere di avere ancora 300 posti liberi per far fronte all’emergenza freddo i questi giorni.

Rispondi o Commenta