Lecce, violenza sessuale su 14enne: indagato un sacerdote e la madre per favoreggiamento

Continuano purtroppo i fatti di violenza nel nostro paese sempre ai danni di minorenni. Questa volta la violenza è avvenuta a Lecce e la vittima È una ragazza di 14 anni la quale sarebbe stata violentata da un prete. A rendere ancora più macabra questa notizia è il fatto che la madre della ragazzina pare sapesse e fosse dunque al corrente degli abusi subiti dalla famiglia e non lo ha denunciato. E’ questo quanto venuto fuori da un’inchiesta condotta dalla Procura di Lecce sugli abusi sessuali subiti da un’ adolescente di un paese nel Salento. Questa storia che comunque dovrà essere ancora verificata è maturata in un contesto familiare di Forte degrado; Come già riferito, la madre era a conoscenza purtroppo delle violenze subite dalla figlia e tutti si chiedono il perché non abbia denunciato il parroco.

Alcuni sostengono che ci fosse una sorta di relazione tra la donna e il sacerdote ma attualmente si tratta soltanto di pettegolezzi che sono alimentati da un’esposto presentato dalla zia paterna della ragazzina dopo che la stessa è stata in vacanza per due settimane a casa della parente lo scorso mese di luglio. Dietro questa vicenda di violenza ci potrebbe essere anche un regolamento di conti tra i suoi genitori in seguito ad una separazione avvenuta circa 2 anni fa perché il padre riteneva che la moglie avesse una relazione extra-coniugale proprio con il sacerdote.

La ragazzina è stata ascoltata dai magistrati alla presenza della psicologa e avrebbe raccontato gli abusi subiti riferendo sia violenza e che palpeggiamenti. Secondo la ricostruzione dei fatti di molestie si sarebbero consumate per diversi mesi in canonica trasformandosi poi in abusi sessuali veri e propri. Come già detto a far scattare l’inchiesta è stata una denuncia presentata da un familiare della quattordicenne che poi è stata ascoltata dal magistrato Con le dovute forme di protezione psicologica e i carabinieri hanno avviato immediatamente gli accertamenti sui telefonini della ragazza e del prete ed effettuato una perquisizione in parrocchia.

Il materiale acquisito si trova al vaglio degli investigatori che stanno valutando anche i rapporti sospetti tra il parroco e la madre della quattordicenne. L’uomo adesso è indagato per violenza sessuale aggravata e la madre della vittima per favoreggiamento. Il prelato non è stato raggiunto da un provvedimento di sospensione dal servizio né tantomeno di trasferimento in un’altra parrocchia e la Curia Anzi si è detta fiduciosa che il proseguo degli accertamenti consentirà di scagionarlo. E’ inoltre emerso che il parroco dallo scorso agosto per una normale avvicendamento deciso prima dell’esposto è stato trasferito in un’altra parrocchia Salentina e insegna in una scuola media ed è tra l’altro anche molto stimato dai colleghi e parrocchiani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.