Londra, un uomo armato di coltello arrestato nei pressi del Parlamento: aveva progettato un attentato

0

Nella giornata di ieri è stato arrestato un uomo, tenuto sotto osservazione dell’antiterrorismo e pedinato da agenti a piedi, proprio a due passi dal Parlamento di Westminster a Londra. L’episodio sarebbe avvenuto nella giornata di ieri, intorno alle ore 14:30 circa la stessa ora e quasi nello stesso luogo dell’attacco terroristico di poco più di un mese fa, in cui morirono 5 persone, tra cui un poliziotto e lo stesso attentatore. Secondo quanto riferito dalle forze dell’ordine, sembra che l’uomo andasse in giro con uno zainetto pieno di coltelli;dopo essere stato fermato l’uomo è stato interrogato sul posto dagli agenti e portato in un secondo momento via da un veicolo della polizia e incriminato per possesso di armi e progettazione di atti di terrorismo.

L’uomo indossava un pesante giubbotto nero sotto il quale nascondeva due coltelli da cucina e si trovava fra il Palazzo di Westminster sede del Parlamento ed i principali edifici governativi dell’aria di WhiteHall a Londra; secondo quanto riferito l’uomo era già noto alla polizia antiterrorismo e all’intelligence britannica. La scoperta delle armi è avvenuta subito dopo l’arresto del 27enne, che secondo le forze dell’ordine aveva progettato un’azione terroristica. Le immagini dell’arresto, diffuse poco dopo sui social media, mostravano un uomo a terra circondato da un folto gruppo di poliziotti e due coltelli a mezzo metro di distanza.

Fortunatamente durante l’operazione di polizia, non ci sono state vittime e fortunatamente l’allarme è durato poco e nel giro di un’ora il traffico è ripreso nella zona, con l’eccezione della corsia che dal Parlamento porta verso Trafalgar Square. La Premier britannica non si trovava nella sua residenza di Downing Street al momento dei fatti ed ha dichiarato: “La estione dei fatti avvenuti oggi pomeriggio a Westminster a Londra, dove un uomo che portava con sè idei coltelli è stato arrestato con l’accusa di terrorismo vicino a Downing Street, dimostra che la polizia e l’intelligence sempre in allerta”. L’arrestato adesso è detenuto in camera di sicurezza in una stazione di polizia nell’area sud di Londra; il suo arresto è stato possibile grazie al Terrorismo Act, ovvero la legge britannica sul terrorismo, sospettato di possesso di armi atte all’offesa e sospettato di aver commesso, preparato o istigato azioni terroristiche.

Come abbiamo anticipato, circa un mese fa ed esattamente lo scorso 22 marzo scorso un uomo convertito all’islam ha investito deliberatamente numerosi passanti alla guida di un suv per poi scagliarsi con un coltello contro un poliziotto all’ingresso di Westminster; si è trattato di un attacco solitario, costato la vita a quattro delle persone investite e all’agente accoltellato oltre che allo stesso attentatore, il quale venne ucciso alla fine dagli spari di un agente.

Rispondi o Commenta